CHIUDI
CHIUDI

30.04.2019

«Chiudo il bar ed emigro in Polonia»

Andrea, Gabriela e la piccola Viky: in Polonia li attende una vita nuova
Andrea, Gabriela e la piccola Viky: in Polonia li attende una vita nuova

Quanti caffè? Almeno trecentomila. «Penso di averne fatti quasi 100 al giorno». Pirlo Aperol o Campari? «Vince l’Aperol, purtroppo». Scorre veloce il fiume dei ricordi, mentre la serranda è abbassata e valigia è già pronta: dopo dieci anni a Manerba ha chiuso i battenti il Caffè Terrazza di Solarolo, nella piazza grande di fronte alla chiesa. IL TITOLARE Andrea Van Der Horst,radici olandesi, e la compagna Gabriela, radici polacche, insieme a loro la piccola Viktoria detta Viky, si trasferiranno in Polonia, a Rzeszow, in cerca di fortuna. «Ci stavamo pensando da due o tre anni - ammette Andrea -: qui una volta si lavorava meglio, poi hanno spostato il mercato e la cosa ci ha messo un po’ in difficoltà». Anche quel maledetto incendio non ha aiutato: era l’autunno di tre anni e mezzo fa, quando ignoti diedero fuoco al bar. Non si è mai saputo chi sia stato e perché. «Per ripartire ho dovuto investire quasi 10 mila euro - continua Van Der Horst - e meno male che mio fratello Alessandro mi ha dato una mano con un amico pittore. Un colpo duro. Da lì, niente è stato più come prima». PROPRIO OGGI SCADE il contratto dei muri, domenica è stato l’ultimo giorno. Sono passati 10 anni dall’apertura: era il maggio del 2009. Un cognome noto a Manerba: il padre Hans con mamma Graziella ha gestito dagli anni 80 fino al 2007, lo storico «Han’s Snack Bar» in piazza a Montinelle. «Ho cominciato a lavorare con mio padre - racconta continua Andrea -. Poi il Terrazza: tra alti e bassi siamo comunque sempre riusciti ad andare avanti». Fenomenologia del bar di paese: bambini e anziani, i gnari dell’aperitivo, i caffè la mattina e poi bianchini a volontà. «Come un piccolo centro sociale», Andrea. A ripensarci gli occhi si fanno lucidi: «Sono passate tante persone, a salutarci con affetto. Vuol dire che siamo rimasti nel cuore». E ADESSO la Polonia, coma una nuova America: a livello europeo è il Paese economicamente più emergente, con una crescita al 4,5%, mentre in Italia è a zero. Qualche settimana per rifiatare: Andrea e famiglia partiranno il 2 giugno: «Un viaggio lungo 1430 chilometri, ma non dimenticherò mai Manerba: ritornerò sempre». •

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1