CHIUDI
CHIUDI

09.05.2019

Il salice della Romantica risorge dalla tempesta

Il salice di Manerba, alla spiaggia Romantica, si è risollevato
Il salice di Manerba, alla spiaggia Romantica, si è risollevato

Ancora due notizie positive dal Garda, che si rimbocca le maniche e si risolleva dopo i danni della epocale burrasca di domenica. Dalla banca locale, la Bcc del Garda, c’è un plafond di 10 milioni di euro con risorse subito disponibili per aiutare famiglie e imprese colpite dal maltempo. Da Manerba una notizia dal potere simbolico: è stato rimesso in piedi il salice della spiaggia Romantica, da decenni una pianta simbolo del luogo, che era stata quasi sradicata dal vento. Sul fronte della possibilità di finanziarsi per danni a beni e proprietà subiti da famiglie e imprese, è da registrare la disponibilità della Bcc del Garda: «La nostra Banca - spiegano il direttore generale, Massimiliano Bolis, e il presidente Alessandro Azzi - è storicamente presente nelle zone gravemente danneggiate: riteniamo dunque nostro dovere dare una segno concreto. Per questo abbiamo convocato una riunione straordinaria dei vertici all’indomani della calamità. Una banca del territorio deve essere presente soprattutto quando le comunità hanno più bisogno. Quando affermiamo la nostra differenza, ci riferiamo propriamente a questa nostra missione». Il plafond si configura come un mutuo chirografario, disponibile a privati e imprese, zero spese di istruttoria, zero spese rata, senza penale di estinzione, il tasso è pari al costo del denaro, cioè all’Euribor, con uno spread all’1%, la durata massima è pari a 84 mesi. Tutte le informazioni agli sportelli di Bcc del Garda o sul sito www.bccgarda.it. A MANERBA intanto non si misura la gioia con cui i cittadini sono tornati ad ammirare, sano e salvo, l’ amato salice della spiaggia Romantica. Sembrava destinato a una fine ineluttabile, piegato su se stesso, invece è tornato dritto e fiero accanto al pontile. La mobilitazione per salvarlo è stata immediata e spontanea: sono stati poi dei privati cittadini a contattare una ditta specializzata ,che ha provveduto al recupero della storica pianta, simbolo della spiaggia di Manerba. Non senza fatica l’albero si è innalzato di nuovo, e fissato al pontile con alcuni tiranti, in attesa di ulteriori sviluppi: l’impressione, e la fondata speranza, è che nonostante la tremenda botta le radici possano aver resistito. Il sindaco Isidoro Bertini, che ringrazia i cittadini intervenuti, spiega che ci saranno delle verifiche agronomiche per testare la salute e l’effettiva stabilità della pianta, nella speranza che il peggio sia passato e che lo storico salice di Manerba abbia ancora una lunga vita. •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1