CHIUDI
CHIUDI

21.05.2019

Manerba al voto, è una lotta «fratricida»

Isidoro BertiniGian Luca TurinaFlaviano  Mattiotti
Isidoro BertiniGian Luca TurinaFlaviano Mattiotti

Una poltrona per tre anche a Manerba, come in tanti Comuni della Valtenesi. Scorrendo i nomi dei candidati balza all’occhio la sfida tra il sindaco in carica Isidoro Bertini, di nuovo in lizza per Civica Minerva, e il suo vicesindaco uscente Flaviano Mattiotti, candidato di Centrodestra per Manerba con Lega e Fratelli d’Italia. Li insidia il «terzo incomodo» Gian Luca Turina, candidato sindaco di Azione Sociale e Rinascita per Manerba. LA COMPETIZIONE è serrata. «Il nostro programma - dice Isidoro Bertini - si caratterizza con interventi strutturali e interventi sul piano culturale e sociale. Primo obiettivo il rilancio di Solarolo e Montinelle: porteremo Solarolo sul lago, e a Montinelle potenzieremo i servizi a favore della Riserva naturale. Poi la realizzazione delle passeggiate a lago Dusano-Moniga e Romantica-San Felice. Altro intervento importante la ristrutturazione del centro prelievi, con nuovi ambulatori e una sala per start-up, uno spazio per le iniziative dei giovani con idee e talento. Chiudo con il potenziamento dei servizi alla persona, il completamento del marciapiede del Crociale e l’arredo della Pieve». Sarà testa a testa con il vicesindaco uscente? «La nostra lista - spiega Flaviano Mattiotti - rappresenta la vera continuità amministrativa, perché 4 persone presenti in Consiglio sono con me, oltre a una componente importante di rinnovamento, la nostra futura classe politica. Vogliamo concludere quanto cominciato, e caratterizzarci con un’azione incisiva sul decoro urbano e la manutenzione del patrimonio esistente. Tra le opere pubbliche la nuova scuola materna con auditorium, e il completamento delle passeggiate a lago, da Dusano a Moniga e dal Torchio a San Felice. Senza tralasciare interventi importanti sulla sicurezza, il potenziamento della videosorveglianza e il ripristino del servizio H24 della Polizia locale». DELLO SCONTRO fra i due ex alleati, potrebbe avvantaggiarsi Gian Luca Turina. «Noi siamo normalissimi cittadini stufi della politica ridotta a teatrino - dice il candidato - che tutto fa tranne che pensare ai bisogni della gente. Il nostro programma è scritto in italiano, non in politichese. Questi i punti cardine: tutela e sviluppo del commercio e del turismo, sicurezza, sostenibilità, impegno per le frazioni, la difesa dei più deboli con politiche di inclusione sociale. A Manerba deve prevalere su tutto la qualità della vita e dei rapporti umani: la nostra lista è la vera alternativa, i nostri candidati saranno i portavoce di tutti i cittadini, con i quali parliamo ogni giorno». •

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1