Manuel riapre i teatri di Parigi

Un’immagine di scena dello spettacolo di Manuel Renga
Un’immagine di scena dello spettacolo di Manuel Renga

Le eccellenze d’esportazione di Toscolano Maderno non si esauriscono alla cucina con gli chef Denis Lucchi a Singapore e Matteo Bergamini a New York, ma arrivano anche sul palcoscenico. Tra pochi giorni Manuel Renga debutterà al Théâtre des Champs Elysées di Parigi, uno dei più importanti della capitale, con il suo adattamento e regia dell’ «Elisir d’amore. Una fabbrica di idee», da L’Elisir d’Amore di Gaetano Doninzetti. «Si tratta di un allestimento in coproduzione tra il Teatro sociale di Como (AsLiCo) con il teatro parigino e l’Opéra de Rouen – anticipa il 35enne toscomadernese -. Un progetto giovanile per portare l’opera lirica e i suoi linguaggi nelle scuole e nelle case. Il nostro Elisir si svolge negli anni ‘30 nella fabbrica di sciroppo per la tosse Elisir, un prodotto cattivo e amaro. Saranno in questo caso i bambini a osare e migliorare la ricetta, portando quegli ingredienti segreti contro le amarezze della vita e salveranno le sorti della fabbrica». «Lo spettacolo a Parigi era programmato nel marzo dello scorso anno -ricorda Renga -, poi per i noti motivi, è slittato di un anno». Non sarà uno spettacolo con il pubblico in sala: a Parigi le restrizioni sono analoghe con l’Italia e adesso i teatri sono chiusi al pubblico. Ma non è escluso che per il debutto al 6 febbraio possa esserci un miglioramento. In ogni caso previsto il piano B in streaming. Manuel Renga, lo ricordiamo, si è si diplomato in regia teatrale nel 2013 alla scuola Paolo Grassi di Milano, fondando poi sul lago la compagnia Chronos3. In questi anni ha curato la regia di oltre 20 spettacoli e dal 2017 è docente di regia della scuola Paolo Grassi. Dopo Parigi i Paesi arabi, con il debutto in Oman. •

L.SCA.