CHIUDI
CHIUDI

16.07.2019

Microplastiche nel mirino Il Benaco è come il mare

Ieri mattina la presentazione
Ieri mattina la presentazione

A partire dall’esordio del 2006, la Goletta dei laghi ha potenziato la propria attività rilevando annualmente le diverse fonti di depauperamento degli ecosistemi lacustri partendo dagli gli scarichi non depurati ma senza dimenticare la cementificazione delle coste, la captazione delle acque, lo smaltimento abusivo di rifiuti e, in tempi relativamente recenti, aggiungendo all’elenco anche l’invasione di una spaventosa quantità di plastica che anche in fiumi e laghi passa dalle forme visibili alla modalità micro, sminuzzandosi e finendo nella catena alimentare non soltanto nei mari e negli oceani. E così, per il quarto anno consecutivo, grazie alla collaborazione con l’Enea, i tecnici della campagna hanno messo sotto la lente anche la presenza di microplastiche nelle acque del Garda, focalizzando in particolare il «contributo» alla produzione che deriva dagli impianti di trattamento delle acque reflue. Ovvero i sottoprodotti dei depuratori. Nel 2018 il Benaco aveva fatto registrare una densità media di oltre 36 mila particelle di microplastiche per chilometro quadrato, mentre per quanto riguarda i risultati di quest’ultima campagna sarà in necessario attendere qualche mese ancora. I prelievi per registrare la presenza dei materiali di sintesi ridotti a particelle piccole e piccolissime sono stati condotti fino a 50 metri di profondità, mentre la ricerca di comunità microbiche sulle microplastiche rinvenute, la cosiddetta «plastisfera», potenziale veicolo di elementi patogeni dannosi per l’ecosistema e per l’uomo, è stata condotta in collaborazione con l’Istituto di ricerca sulle acque del Consiglio nazionale delle ricerche (Irsa-Cnr). INFINE la situazione del «beach litter», ovvero dei rifiuti spiaggiati. In questi giorni è stata ripulita un’area di circa mille metri quadri sulla spiaggia della Riva Grande, a Toscolano Maderno. I risultati? Gli scarti più rappresentati sono stati, manco a dirlo, i frammenti di plastica (sono stati raccolti 157 pezzi della grandezza tra 2,5 e 50 centimetri), poi carte di caramelle (109) e mozziconi di sigarette (68). Tra le altre cose, sono stati ritrovati anche 2 ciucci per bimbi, un casco da moto, 7 lamette da barba e una lampadina.

L.SCAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1