CHIUDI
CHIUDI

02.12.2020

No Tav: «Violazioni in cantiere»

Il cantiere per la costruzione dell’alta velocità nel mirino dei No Tav
Il cantiere per la costruzione dell’alta velocità nel mirino dei No Tav

Durissima requisitoria del Coordinamento No Tav Brescia-Verona contro l'abbattimento del cavalcavia in località Faccendina a Lonato nella notte fra sabato e domenica scorsi, nell'ambito dei lavori per la realizzazione della nuova linea ferroviaria ad alta velocità. «In Italia funziona così - lamentano gli ambientalisti - si demolisce, si butta, si distrugge ancor prima di iniziare a costruire, grazie ad una politica senza visioni, intestardita nel voler continuare a danneggiare i territori, favorendo gli interessi di pochi per costruire opere pubbliche non prioritarie per l’Italia. Il tutto mentre il Paese sta attraversando una situazione sanitaria epocale, a causa del Covid, dove a rischio ci sono (e ci saranno) molti posti di lavoro». I No Tav denunciano «la mancanza di sicurezze nei cantieri e il mancato rispetto del territorio e dei cittadini che lo abitano. Immagini non di repertorio scattate domenica, lo stesso giorno dell’abbattimento del ponte nello stesso punto, documentano quanto la grande professionalità tenuta per il lavoro notturno sia divenuta alla luce del giorno, una realtà al limite della legalità: cancelli aperti (proprio a ridosso del ponte abbattuto) senza cartellonistica». E ancora «soltanto qualche giorno prima, operai senza mascherina e senza distanziamento l’uno con l’altro». I No Tav segnalano inoltre che «da alcune settimane personale certamente incaricato dal Consorzio sta procedendo con iniezioni di cemento nel sottosuolo per consolidare la zona a ridosso del tunnel, anche nelle vicinanze dell’autostrada, nel totale silenzio mediatico, un silenzio che porterà inevitabilmente ad un nuovo disastro idrogeologico». Il Coordinamento su tutto ciò ha inoltrato un esposto-denuncia. •

F.MAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1