CHIUDI
CHIUDI

20.09.2019

Perde l’unica
banca, Tignale
abbandonata

Tignale perde l’unica banca: lo sportello più vicino ora è a 17 chilometri e almeno mezz’ora di auto
Tignale perde l’unica banca: lo sportello più vicino ora è a 17 chilometri e almeno mezz’ora di auto

Si tornerà a nascondere i soldi sotto il materasso. Sembra un paradosso nell’era digitale, ma a Tignale in tanti faranno probabilmente così, soprattutto la popolazione più anziana, poco avvezza al digitale e all’«home banking», quando il 25 novembre chiuderà lo sportello della filiale di Ubi Banca a Gardola. È l’unica banca esistente in tutto il territorio comunale: dopo questa, più nessuna. La «razionalizzazione» delle banche o meglio, la rivoluzione web, negli ultimi anni sta spazzando via gli sportelli un po’ ovunque lasciando sguarnite le aree marginali, creando problemi soprattutto nei borghi piccoli ed eccentrici come quelli che compongono il Comune di Tignale. Per rendere l’idea, tra il 2017 e il 2018 in Italia hanno chiuso quasi 2 mila sportelli e ben 383 comuni rimasti totalmente privi di filiali. A questi si aggiungerà Tignale. Chi avrà bisogno di effettuare prelievi, ritiri di blocchetti assegni, bonifici o versamenti, (da fine novembre sarà infatti garantito in paese solo il servizio di Tesoreria comunale in virtù di una convenzione scadente il 31 dicembre 2021) dovrà giocoforza recarsi a Gargnano, distante 17 chilometri per gli abitanti di Gardola, (per le altre frazioni la distanza aumenta) oppure optare per quella di Limone a 25 chilometri.


UN PROBLEMA sociale: «Trattandosi di un sistema privato la decisione è legittima – premette il sindaco Daniele Bonassi in una lettera inviata ieri a Prefettura, Comunità montana e Ubi Banca - ma credo sia doveroso ribadire quanto l’economia a volte faccia scelte dettate dal puro interesse sacrificando i valori che gli hanno permesso di crescere. Si parla tanto di resilienza e di quanto la politica dovrebbe valorizzare e tutelare le periferie montane per evitare lo spopolamento, e Tignale è uno di questi luoghi». «Per coprire la distanza con Gargnano – sottolinea il sindaco - sono necessari oltre 30 minuti di auto convivendo con una viabilità precaria che tutti ormai conoscono. Molti dei nostri residenti sono di età superiore ai 70 anni, non “informatizzati” per le procedure on line e saranno costretti a recarsi a Gargnano. L’auspicio - conclude il sindaco - è che i vertici di Ubi Banca possano rivedere questa scelta destinata a recare disagi alla popolazione e le imprese del Comune».

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1