CHIUDI
CHIUDI

29.03.2020 Tags: Gargnano

Porta a spasso il gatto: multa

Un bel gatto di pelo rosso, simile a quello «intercettato» a Gargnano
Un bel gatto di pelo rosso, simile a quello «intercettato» a Gargnano

Al genio non c’è davvero mai fine. Accade a Gargnano in alto Garda, zona per ora fortunatamente solo lambita dai contagi del coronavirus che sono pochissimi in questa zona (nessuno per ora a Limone, come riferiamo in apertura di pagina). NON PER QUESTO però i controlli delle forze dell’ordine sono allentati, anzi. E c’è chi cerca la scappatoia alle regole. Portare il cane a fare i bisogni si può. Ma chi ha il gatto? Questa la trovata di un cittadino che sta a Gargnano, uscito a spoasso col felino in «alternativa» al cane, per poter fare una passeggiata in tempi di divieti. Ma se col cane si può, col gatto non si può: lo hanno fermato e sanzionato ai sensi di legge. Proprio per prevenire nuovi focolai i posti di blocco sulla strada Gardesana e i pattugliamenti delle Forze dell’ordine non conoscono soste ad ogni ora del giorno. Durante uno di questi, gli agenti della Polizia Locale hanno fermato e segnalato un residente “importato”, di quelli per capirci che hanno la residenza in Comune pur non frequentandolo assiduamente, a spasso con il gatto in braccio. Si, proprio in braccio. Un bel gattone dal pelo rosso che il proprietario si portava appresso durante la passeggiatina a mo’ di espediente per uscire e rompere la monotonia della quarantena. Fermato dagli agenti della Polizia locale mentre attraversava tranquillamente una strada, ha provato a motivare la sua presenza all’aperto con una giustificazione a dir poco surreale: «Anche il gatto è un animale domestico». In tempi in cui è consentito uscire solo per andare a fare la spesa o per portare fuori il cane nelle immediate vicinanze dell’abitazione, ci sarà anche qualcuno che proverà a esibire a spasso criceti e coniglietti al guinzaglio? •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1