Toscolano Maderno, scoperto un campeggio abusivo e «fantasma»

di Luciano Scarpetta
Roulotte e tende affollate di turisti senza alcuna autorizzazione e in violazione dei vincoli del Parco dell'Alto Garda
Una lunga fila di camper oltre a tende e altre attrezzature: un campeggio fantasma in area vincolata a Parco
Una lunga fila di camper oltre a tende e altre attrezzature: un campeggio fantasma in area vincolata a Parco
Una lunga fila di camper oltre a tende e altre attrezzature: un campeggio fantasma in area vincolata a Parco
Una lunga fila di camper oltre a tende e altre attrezzature: un campeggio fantasma in area vincolata a Parco

Nella culla degli hotel a 5 stelle sulla riviera del Parco alto Garda, c’era posto anche per un campeggio abusivo, avviato in assenza di permessi e in barba ai vincoli, sulle colline di Toscolano Maderno. Si sono infatti concluse con il rinvio a giudizio dell’Autorità giudiziaria le indagini portate a termine dalla Polizia locale al campeggio abusivo localizzato in località Livriana Piana, luogo boschivo posto tra i borghi di Bezzuglio e Sanico.

Dalle segnalazioni alle indagini: scoperto il campeggio abusivo sul Garda

Vicenda incredibile, iniziata in luglio al traino di diverse segnalazioni pervenute al comando della Polizia locale e sui seguitissimi gruppi social della zona. Dal sopralluogo effettuato dai vigili con il personale dell’ufficio tecnico comunale, veniva constatato che sul terreno di proprietà privata in un contesto particolare di protezione e sottoposto ai vincoli ambientali del Parco alto Garda, erano state posizionate numerose roulotte, tende e un camper.

In seguito la zona è stata monitorata osservando altre roulotte parcheggiate in luoghi pubblici lungo la strada che sale verso Monte Maderno, prive di targa e copertura assicurativa e di qualsiasi altro elemento identificativo dei proprietari. I mezzi sono stati poi sequestrati ai fini della confisca e portati alla rottamazione.

E c'era anche un preliminare di compravendita

Altri sopralluoghi nei giorni successivi hanno confermato la sistematica attività di campeggio abusivo con l’identificazione di alcune persone che soggiornavano all'interno delle roulotte. Ma non è tutto, anzi: da successive indagini è emerso anche che il terreno in questione era oggetto di un preliminare di compravendita.

I provvedimenti al termine dell'indagine

Il promittente, la stessa persona che aveva intrapreso l'attività di campeggio abusivo, è stato deferito in stato di libertà all'Autorità giudiziaria, dopo aver esaminato tutto il lavoro d’indagine della Polizia locale.

Contestualmente, a carico delle persone coinvolte, è stato avviato dall’ufficio tecnico un altro procedimento attraverso il quale potranno essere assunti altri provvedimenti forzosi. Nel corso delle indagini – fanno sapere dal municipio - un agente impegnato nel controllo di una di queste roulotte è stato aggredito e oltraggiato da parte del soggetto acquirente del terreno. E per questo episodio, con atti a parte, l’uomo è stato denunciato a piede libero».

La soddisfazione del sindaco di Toscolano Maderno

Soddisfazione da parte dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Delia Maria Castellini per i risultati conseguiti dal Comando di Polizia locale di Toscolano Maderno, «che ha seguito sin dall'inizio con perizia e professionalità lo svolgimento dell'azione investigativa. Un grosso impegno che porterà ad un risultato importante per tutta la comunità».