CHIUDI
CHIUDI

19.09.2020

Rimborsi e tariffe ridotte A Padenghe firmata la «pace» delle bollette

Padenghe archivia le contestazioni sulle bollette dell’acqua
Padenghe archivia le contestazioni sulle bollette dell’acqua

Pace fatta a Padenghe tra i residenti e Acque Bresciane, il gestore del ciclo idrico: si chiude così la vicenda delle «bollette pazze» con rincari dal 50 fino al 100 per cento, che in paese ha tenuto banco per mesi. Carta canta: nelle bollette arrivate in questi giorni già ci sono i primi adeguamenti (al ribasso) delle tariffe oltre ai rimborsi per chi aveva pagato acconti fuori misura dallo scorso inverno in poi. Le polemiche si erano scatenate alla fine di febbraio: tra i residenti stava prendendo forma un comitato, mentre a livello istituzionale maggioranza e minoranza si erano mosse per vederci chiaro. A detta di Acque Bresciane, gli aumenti - in alcuni casi così elevati da costringere i cittadini a chiedere la rateizzazione dei pagamenti - sarebbero stati conseguenza sia del passaggio di consegne (dal vecchio gestore Ireti, con tariffe di bacino molto elevate) che di conguagli e verifiche sui contatori. CON QUALCHE ritardo (inevitabile) dovuto al lockdown, si erano comunque aperti vari fronti di trattativa, conclusi poche settimane fa con un tavolo tecnico promosso dal sindaco Albino Zuliani a cui avevano partecipato anche il capogruppo di maggioranza Giorgio Ziletti, i consiglieri di minoranza di Padenghe Oggi e Domani Giulio Gottardo e Mauro Moretti, Claudia Rivetti e Mario Giacomelli per Acque Bresciane. Dall’incontro si era raggiunto un accordo: tariffe al ribasso e conguagli per chi aveva pagato troppo. «Nei giorni scorsi le bollette ricevute dai nostri concittadini - fanno sapere da Padenghe Oggi e Domani - hanno confermato le sensazioni positive: tariffe alleggerite, costi di depurazione diminuiti e restituzione degli acconti precedentemente versati. Ringraziamo quindi sia Acque Bresciane sia il sindaco Zuliani: questa occasione dimostra come il lavoro di squadra, il confronto e il dialogo possano portare a ottimi risultati». Dal punto di vista tariffario, la prima aliquota è passata da 0,96 euro a 0,43 al metro cubo, la seconda da 1,45 a 0,83, la terza da 1,97 a 1,39, la quarta da 2,23 a 2,07. Capitolo chiuso.

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1