CHIUDI
CHIUDI

14.01.2021 Tags: Salò

Ritorno al futuro per il dolce «Abissino»

L’Abissino: un «unicum» di Salò
L’Abissino: un «unicum» di Salò

Ci sono prodotti tipici nell’alto Garda che caratterizzano paesi e località, dal Tombea in VAlvestino alla Formagella di Tremosine fino alla cedrata Tassoni, che porta nel mondo il nome di Salò. Proprio qui, e solo nella cittadina del golfo, viene preparata un’altra specialità da forno che da tempo immemorabile soddisfa le golosità di intere generazioni. Stiamo parlando dell’ «Abissino», una merenda storica fatta (probabilmente) con pane, burro e zucchero caramellato, che adesso si può gustare solo nella bottega di Artigianpane in via Pietro da Salò. La ricetta è infatti segreta e nasce nella prima metà del secolo scorso dall’intuito delle sorelle Benaglia, proprietarie del panificio in piazza Vittoria, nei pressi dell’imbarcadero. Venne in seguito gestito dalla famiglia mantovana dei Dalboni che rilevò l’attività e che, grazie all’enorme successo di questo dolce, venne ben presto identificata come «i signori dell’abissino». «Anche noi che nel 2005 siamo subentrati nella forneria - spiega Michela Bresciani - abbiamo ricevuto in eredità questa mitica ricetta». Poi dal 2013 Michela e il fratello formaio Nicola, traslocano nello storico punto vendita di famiglia in via Pietro da Salò (un’altra loro rivendita è a Barbarano), preparando l’abissino nel laboratorio in via Sorelle Agazzi. Nomen omen verrebbe da aggiungere, non fosse altro per la località dove viene prodotto: anche se nessuno ne ricorda con precisione il «battesimo» di questa specialità, il retaggio coloniale del nome è evidente. «Ma l’origine del nome deriva dal colore dell’impasto prodotto dallo zucchero caramellato», precisa Michela. Una specialità che ha cresciuto mezza Salò, ma stregato negli anni anche tanti studenti del comprensorio che prima di entrare al Battisti o al Liceo, passano a comprare l’abissino appena sfornato. «Va davvero come il pane - ammette divertita Michela - anche i turisti , quando lo assaggiano, poi inevitabilmente tornano in negozio». •

L.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1