CHIUDI
CHIUDI

16.06.2019

Cipani quater: sarà Bana il vicesindaco

Federico Bana: sarà vicesindaco
Federico Bana: sarà vicesindaco

Domani alle 20.30, a Salò si terrà il primo Consiglio comunale dopo le elezioni del mese scorso: i nomi degli assessori della Giunta di Giampiero Cipani (al suo quarto mandato non consecutivo) saranno comunicati dopo la convalida dei 16 consiglieri eletti, dei quali 11 di «Progetto», la lista che fa capo al sindaco; 3 di «Futura», leader Giovanni Ciato, architetto, area di centrosinistra; 2 di «Insieme», con Marina Bonetti, medico, che si riconosce nelle posizioni della Lega. PER LA GIUNTA è già tutto deciso, con tanto di decreto pubblicato sul sito del municipio. Tre gli assessori confermati e due i nuovi. Tra i veterani, Federico Bana, architetto, sale di grado, e diventa vicesindaco. Abbandona il Bilancio per pessare ai Servizi sociali e assistenziali, Ecologia e ambiente. Nirvana Grisi, negoziante, continua a seguire Commercio e Turismo. Aldo Silvestri, che non si è presentato alle urne, rimane in Giunta come assessore esterno: mantiene Sport e Protezione civile. Due i nuovi: Annarosa Bianchini e Matteo Bussei. La professoressa dell’Istituto tecnico Battisti prende in mano Cultura (programmazione delle varie manifestazioni, rapporti con biblioteca, museo civico, Ateneo) e Pubblica istruzione (gestione delle sedi scolastiche di ogni ordine e grado, diritto allo studio, e politiche a favore dei giovani). Bussei si dedica al Bilancio e alle innovazioni tecnologiche. Per quanto riguarda il sindaco, ha deciso di tenere per sé Urbanistica e Lavori pubblici. Sulle prime opere da realizzare, Cipani ricorda che «a breve partirà il maxi progetto dell’illuminazione (costo due milioni e 400 mila euro) e della video sorveglianza (400 mila). Poi inizieranno i lavori al teatro comunale. La scelta dell’impresa cui affidare l’esecuzione verrà decisa dalla stessa Tavina». Sul tavolo resta un grosso nodo da risolvere: la trasformazione del vecchio stabilimento di imbottigliamento di acqua minerale, chiuso e fatiscente. C’è curiosità per la scelta di Stefania Zambelli, eletta europarlamentare con la Lega: potrebbe rimanere anche in Consiglio comunale per tenere i rapporti col territorio.

SE.ZA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1