CHIUDI
CHIUDI

11.07.2020

Schiamazzi notturni: scatta il «coprifuoco»

Stop a schiamazzi e assembramenti, dal tramonto all’alba, nei parchi pubblici del paese: lo ha deliberato, con apposita ordinanza, il sindaco di Moniga Lorella Lavo. Il provvedimento è in vigore da ieri, e prevede tutti i giorni dalle 21 alle 8 il divieto di «creare disturbo alla quiete delle abitazioni limitrofe ai parchi e alle aree verdi comunali, emettendo qualsiasi rumore, nonché utilizzare le attrezzature e i giochi». Il sindaco riferisce infatti che «gruppi di persone, in particolare adolescenti, continuano a stazionare e utilizzare i parchi per attività ludiche in orario serale e notturno, con atteggiamenti chiassosi: schiamazzi, vociare e musica ad alto volume». Da qui la necessità di «tutelare la quiete pubblica e la tranquillità dei residenti»: per questo chiunque venisse beccato a sgarrare sarà punito con una sanzione amministrativa di 50 euro. La nuova ordinanza di fatto sostituisce il provvedimento già in vigore da cinque anni fa, che vietava gli schiamazzi nei parchi solo da mezzanotte. •

A.GAT.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1