CHIUDI
CHIUDI

28.05.2019

Una targa per un vigile speciale

Il vicecomandante Gino Zanardini
Il vicecomandante Gino Zanardini

Il ricordo dell’incidente sul lavoro di cui è rimasto vittima un anno fa è ancora vivissimo, e adesso quel ricordo sarà fissato per sempre, perché al vicecomandante Gino Zanardini verrà intitolata la sede del comando di polizia locale di Toscolano Maderno. La cerimonia il 12 giugno, a un anno esatto dal dramma, con lo scoprimento di una targa commemorativa che sarà sistemata all’entrata dell’ufficio. Lo scorso anno Zanardini, in compagnia di un’altra agente, era stato colpito al capo da un masso durante un sopralluogo nella valle delle Cartiere. Soccorso e trasportato all’ospedale civile di Brescia era morto il giorno successivo. Per onorare il sacrificio del collega, gli agenti di Toscolano Maderno hanno chiesto nelle scorse settimane agli enti competenti di valutare l’ipotesi di intitolargli la sede. La proposta è stata accolta dagli amministratori, che col benestare del prefetto hanno agevolato il progetto avviando immediatamente le procedure burocratiche necessarie. «La scomparsa di Gino - ricorda il comandante Werner Faoro - ha lasciato un grande vuoto che ha colpito non solo i familiari e noi colleghi, ma anche i cittadini che ne apprezzavano le doti umane e professionali». Nel 2016 l’agente scomparso era stato insignito dalla Regione di una onorificenza per un intervento del 2014: il salvataggio di un’anziana donna rimasta intrappolata in casa durante un incendio. Legato al corpo di Toscolano Maderno dal 2000, dopo lo scioglimento del Consorzio con Gardone Riviera, Zanardini si era fatto apprezzare anche per l’attività didattica nelle scuole e come sassofonista della banda. •

L.SCAR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1