CHIUDI
CHIUDI

03.06.2019

Turisti scomparsi
nel nulla: l’incubo
si ripete a Limone

Un briefing deciderà nelle prossime ore come proseguire le ricercheNelle  ricognizioni aeree è stato impiegato anche un sofisticato stormo di droni super sofisticati La centrale operativa coordina i movimenti delle squadre I Vigili del fuoco in cordata lungo le scarpate del territorio di Limone: della turista nessuna traccia
Un briefing deciderà nelle prossime ore come proseguire le ricercheNelle ricognizioni aeree è stato impiegato anche un sofisticato stormo di droni super sofisticati La centrale operativa coordina i movimenti delle squadre I Vigili del fuoco in cordata lungo le scarpate del territorio di Limone: della turista nessuna traccia

Con l’incedere delle indagini sta assumendo i contorni di un vero e proprio giallo la scomparsa di una turista tedesca di 75 anni che stava trascorrendo le vacanze da sola in un hotel di Limone. MERCOLEDÌ è uscita dall’albergo e dopo aver conversato con un gruppo di connazionali si è allontanata. «Vado a fare un’escursione», ha spiegato alla comitiva di tedeschi. Da quel momento è come se fosse stata inghiottita nel nulla. Il suo smartphone è rimasto acceso fino al tardo pomeriggio di giovedì. La cellula agganciata prima che si perdesse la traccia del dispositivo era sul sentiero delle Greste che conduce fino a cima Mughera. Ed è in questa zona che si sono concentrate ieri le ricerche che hanno coinvolto un ingente schieramento di forze. Le ricognizioni aeree sono state affidate a un elicottero dei Vigili del fuoco decollato in giornata da Venezia. Impiegato anche uno «stormo» di droni super sofisticati manovrati da una squadra di esperti di Milano. A terra oltre ai Vigili del fuoco di Salò sono stati impiegati nel pattugliamento gli operatori del Saf di Brescia che si sono calati nei canaloni vicino all’albergo in località Sopino poco prima della ciclabile a strapiombo sul lago. Altre pattuglie dei Volontari del Garda, Tignale soccorso, Protezione civile di Tremosine e tecnici del soccorso alpino supportati da unità cinofile hanno perlustrato tutti i potenziali itinerari percorsi dalla turista. Le ricognizioni sono state estese anche al lago grazie alla Guardia Costiera. L’allerta è stata estesa anche a battelli e imbarcazioni private. Le ricerche sono proseguite fino al tramonto. «Convocheremo un briefing per mettere a punto la strategia – spiega uno soccorritori -. Difficile in ogni caso iniziare le ricerche di una persona dopo tre giorni dalla sua scomparsa». La turista potrebbe aver preso un bus di linea o aver effettuato una crociera con il battello forse per raggiungere Lazise dove gli altri anni aveva trascorso le vacanze. A LUGLIO di due anni fa sempre a Limone, un altro turista tedesco di 28 anni, giunto in paese per un periodo di vacanza con i genitori, si era allontanato dall’albergo dove alloggiava salutando i congiunti. Indossava una t-shirt di colore grigio, pantaloni lunghi blu e scarpe arancioni. Era uscito per una passeggiata, forse per andare in spiaggia, non si sa. La sua fine resta tutt’ora un mistero. •

Luciano Scarpetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1