Un gesto solidale rafforza la flotta di auto sanitarie

La consegna dell’auto donata alla fondazione del Corlo
La consegna dell’auto donata alla fondazione del Corlo
La consegna dell’auto donata alla fondazione del Corlo
La consegna dell’auto donata alla fondazione del Corlo

L’assistenza sanitaria porta a porta accelera. È frutto di una donazione l’auto che sarà utilizzata dalla Fondazione del Corlo per il servizio di Cure palliative domiciliari. Il mezzo è stato finanziato dall’Associazione Gardesana per lo studio e la prevenzione dei tumori . Una onlus con sede all’ospedale di Desenzano guidata da Nicola Bianchi già presidente della Fondazione e attuale assessore ai Servizi sociali del Comune di Lonato. Adriano Robazzi, attuale presidente della Fondazione che comprende anche una residenza socio-assistenziale ha voluto esprimere la gratitudine per un gesto solidale dal grande significato. «L’auto consentirà di innalzare l’asticella della qualità dei servizi - spiega Robazzi -: gli operatori potranno raggiungere in tempi più stretti l’abitazione dell’ammalato». L’attività delle cure palliative domiciliari è un’attività strategica per garantire la qualità della vita dei pazienti. La rete è costituito da un insieme di prestazioni mediche, infermieristiche, riabilitative e socio assistenziali integrate tra loro che consentono di rispondere a tutti i bisogni degli ammalati. •. R.Dar.