CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019

Un «tappeto» di gomme scoperto sul fondo del lago

Le gomme trovate dai sub al largo della Torre San Marco di Gardone
Le gomme trovate dai sub al largo della Torre San Marco di Gardone

Non siamo ai livelli della montagna sommersa di gomma e di plastica scoperta nel lago d’Iseo, ma lo sfregio è altrettanto grave. Soprattutto se il tratto di fondale dove è segnalato stavolta il giacimento di gomme d’auto è nei fondali di un Comune come Gardone Riviera, unica «Bandiera blu» del lago di Garda. Urge la rimozione, che domenica mattina mobiliterà in forze i subacquei di numerose associazioni anche di Merano e di Bergamo, supportati dai «Deep explorers» di Toscolano Maderno guidati da Angelo Modina. Partiranno alle 9.30 dalla spiaggia dell’ex Casinò per dirigersi un centinaio di metri a sud, dove i sommozzatori hanno individuato il cumulo di gomme nei pressi della Torre San Marco: «Si tratta perlopiù di residuati di auto depositati venti o trent’anni fa - spiega Modina – quando si poteva accedere più agevolmente a lago». Tutto il materiale recuperato verrà smaltito il giorno successivo. Domenica mattina, per volere del sindaco Amdrea Cipani, assisteranno alle operazioni anche degli alunni di prima media di Gardone Riviera che, accompagnati dall’Associazione genitori. •

L.SCA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1