CHIUDI
CHIUDI

17.10.2019

Una passeggiata a lago più alta e più solida

Un fotoinserimento della futura passeggiata: avrà una banchina più alta e solida per resistere alle ondeGli effetti  della tempesta del 5 maggio: passeggiata  da rifarePer la Lepanto resta il punto interrogativo: passare sopra o dietro?
Un fotoinserimento della futura passeggiata: avrà una banchina più alta e solida per resistere alle ondeGli effetti della tempesta del 5 maggio: passeggiata da rifarePer la Lepanto resta il punto interrogativo: passare sopra o dietro?

In alcuni tratti sarà larga fino a 6 metri, in altri poco meno di 4 e attrezzata con comode sedute, verrà realizzata anche una zona di rispetto in ghiaia, piantumati arbusti sempreverdi a ridosso degli edifici privati, un nuovo frangiflutti e perfino un belvedere con due scalinate per consentire la discesa in acqua. IL PREVENTIVO è quello annunciato: un milione e mezzo di euro per la riqualificazione della passeggiata a lago di Desenzano, primo lotto dalla Maratona alla darsena Lepanto, come si apprende dallo studio di fattibilità tecnico-economica pubblicato ieri dall’Autorità di Bacino. Il percorso pedonale interessato misura circa 600 metri, attualmente con larghezza tra i 2 e i 2,5 metri. Il restyling prevede, salvo modifiche in fase di progettazione, l’ampliamento dai 4 ai 6 metri di larghezza, innalzando il piano di calpestio di 35 centimetri sulla quota attuale. Lo studio prevede anche un frangiflutti con la funzione di proteggere il percorso pedonale dal moto ondoso, fungere da seduta e inglobare le luci. Nello «stato di fatto» si segnalano i danni della devastante burrasca del 5 maggio, che sono il motivo per cui la passeggiata va rifatta più alta e più larga. In settimana sono già iniziati i sondaggi geotecnici, per preparare il progetto definitivo ed esecutivo. Resta però il nodo della Lepanto: il Movimento 5 Stelle in una nota si compiace che «il progetto finalmente preveda il superamento della darsena e il congiungimento dei due tratti da sempre divisi». Ma il sindaco Guido Malinverno smentisce: «Lo vedono solo loro - ribatte -. Il passaggio in mezzo alla darsena ad oggi rimane un’ipotesi, siamo in trattativa con i privati sia per passare in mezzo che per passare da dietro: lo studio dell’Autorità di bacino deve ancora passare al vaglio della Giunta prima della progettazione vera e propria». •

Alessandro Gatta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1