l'iniziativa

Cani e gatti adottati: a Castel Mella c'è il "bonus felicità"

di Francesco Gavazzi
A fronte di ricoveri sempre più affollati, una singolare proposta del Comune che verserà dai 100 ai 200 euro per un solo animale
La pubblicità dell’iniziativa  adottata dal Comune di Castel Mella
La pubblicità dell’iniziativa adottata dal Comune di Castel Mella
La pubblicità dell’iniziativa  adottata dal Comune di Castel Mella
La pubblicità dell’iniziativa adottata dal Comune di Castel Mella

Un aiuto concreto agli amici degli animali. L'Amministrazione comunale di Castel Mella, con l'obiettivo di prevenire il sovraffollamento delle strutture di accoglienza per cani e gatti abbandonati, ha costituito un fondo finalizzato a sostenere ed incentivare le famiglie che hanno intenzione di adottare animali. Il valore di questo contributo una tantum sarà variabile, verrà attribuito in base all'età dell'animale domestico che si vuole accogliere; un aiuto da 100 euro sarà corrisposto a chi adotterà un cucciolo che non abbia superato l'anno di vita, 200 euro a chi deciderà di accogliere un cane o un gatto già «anziano», con più di sette anni e che vive in una struttura protetta da almeno 3 anni, mentre un contributo da 150 euro sarà versato a chi adotterà un animale di età compresa tra uno e sette anni. Ogni nucleo famigliare potrà presentare una sola richiesta relativa all'adozione di un solo animale e per ricevere il contributo servirà la residenza e aver regolarmente adottato (a partire dal 1° gennaio 2022) un cane o un gatto precedentemente ricoverato in una struttura dedicata.

Saranno esclusi dal contributo tutti coloro che abbiano riportato condanne penali inerenti al maltrattamento degli animali, così come saranno esclusi i gestori di allevamenti professionali. Le risorse economiche stanziate saranno erogate secondo l'ordine di presentazione della domande e fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Comune di Castel Mella allo 030.2550833 o consultare il sito www.comune.castelmella.bs.it. «Il sovraffollamento dei canili e dei gattili è un colpo al cuore e con questa misura, seppur simbolica, vogliamo dare alle famiglie la possibilità di scegliere convintamente un animale domestico tra quelli meno fortunati, che spesso sono costretti ad attendere a lungo in un canile o in un gattile - afferma Daniele Mannatrizio, vicesindaco e promotore dell'iniziativa, che prosegue - Abbiamo definito questo bonus come il buono per la felicità, pensando alla gioia che entra nelle famiglie che aprono le porte della loro casa a un cane o gatto abbandonato». «Incentivare l'adozione di animali abbandonati, spesso ospitati da canili e gattili - aggiunge il sindaco Giorgio Gaurneri - gestiti con passione da associazioni di volontari, è un gesto di responsabilità e di attenzione verso un problema, quello dell'abbandono e del sovraffollamento delle strutture, che è di grande attualità soprattutto nei mesi più caldi dell'anno e in corrispondenza delle ferie estive di molte persone».. © RIPRODUZIONE RISERVATA