CHIUDI
CHIUDI

02.03.2020

Emozioni liguri tra il mare e la terra Il Ponente di Laigueglia è da vivere

Il Poggio Brea
Il Poggio Brea

Il Ponente ligure ha due «capitali» delle ruote grasse: una è Finalborgo, patria del downhill, l’altra è Laigueglia, sede del trofeo omonimo che si disputa da 27 anni e che quest’anno avrà una rilevanza internazionale perché darà importanti punti di qualificazione per accedere alle Olimpiadi di Tokyo. È in calendario il 14 e 15 marzo e sarà l’occasione per molti di assistere all’evento e concedersi magari una pedalata fra mare e entroterra. Magari facendo questo piccolo e panoramico giretto. Lasciata l’auto si entra in Laigueglia dando le spalle al mare e si percorre la ripida strada asfaltata (via Mazzetto e via del Castello Romano) in direzione di Colla Micheri. Terminato lo strappo in salita, si abbandona la direzione Colla Micheri e si svolta a destra per via San Bernardo arrivando presto al termine della strada asfaltata e all’inizio di una larga e pianeggiante sterrata fiancheggiata da una grande pannello. Il divertimento inizia lì: si pedala lontano dal traffico e dal rumore e ci si allarga l’animo guardando in lontananza le Alpi Marittime con il Pizzo d’Ormea e il Monte Antoroto e sotto di sé, alla propria destra, la magnifica pineta che sovrasta l’Autostrada dei Fiori, nel tratto immediatamente precedente l’uscita di Andora. La pedalata sulla dorsale è relativamente agevole fino alla località detta delle Tre Vie, dotata di ricca segnaletica. Davanti ai propri occhi c’è un monticello, brullo, terroso e pietroso, salvo sul lato destro dove arriva la vegetazione: è il Poggio Brea. Lo si può raggiungere girando a destra e percorrendo un tratto in discesa fino a quando la mulattiera termina. A questo punto si prende a sinistra e si sale il dosso intuitivamente e spingendo la bici fin dove si può. Altro grande colpo d’occhio con Laigueglia, il mare, la costa fino ad Alassio e l’isola Gallinara sotto di sé. Si torna quindi alle Tre Vie, magari seguendo qualche esile traccia sul lato opposto a quello di salita, e da lì si prosegue fino a ritrovare l’asfalto. Si prosegue fino al termine della via San Bernardo e, se non si potrà resistere alla tentazione di percorrere la bella dorsale che continua in direzione di Capo Mele, arrivati al termine della via si andrà a sinistra in direzione di Colla Micheri, una località molto suggestiva dalla quale si potrà scendere velocemente a Laigueglia.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1