«Grolla d’Oro», Mutti è in corsa

«Pensieri piroettanti in una notte d'estate»  è l’opera di Mutti in concorso
«Pensieri piroettanti in una notte d'estate» è l’opera di Mutti in concorso
«Pensieri piroettanti in una notte d'estate»  è l’opera di Mutti in concorso
«Pensieri piroettanti in una notte d'estate» è l’opera di Mutti in concorso

Ilario Mutti va a caccia della Grolla d'Oro. Lo scultore di Rezzato è in lizza per premio internazionale di pittura, scultura e fotografia creato negli anni '50 e giunto alla 43esima edizione, su iniziativa de Il Giardino delle Arti Aps in collaborazione con l'Accademia europea delle arti e il Comune di Treviso. Sabato primo ottobre le opere in concorso verranno esposte in anteprima a Villa Condulmer di Mogliano Veneto, dove si svolgeranno anche le premiazioni dei vincitori, decretati da una giuria composta da esponenti del mondo dell'arte e della cultura capitanati dal pittore Jader De Longhi, mentre dal 4 a 12 ottobre le opere di tutti gli artisti partecipanti saranno in mostra al Palazzo del Trecento di Treviso. Ilario Mutti, 73 anni, diviso inizialmente tra la pittura e la scultura, ha poi scelto quest'ultima forma artistica perchè, come lui stesso afferma, «la tridimensionalità aumenta la mia capacità espressiva». Per Mutti, «lo scopo dell'arte è trasmettere emozioni che necessariamente variano in relazione a chi si avvicina all'opera dell'artista». Pur diverse tra loro, le sue opere sono riconoscibili per tematiche e soggetti elaborati e sviluppati nel corso degli anni. Cavalli e corpi femminili sono tra i principali protagonisti della sua produzione e l'intreccio e la fusione dei corpi in posizioni assolutamente innaturali ma nello stesso tempo armoniche «evocano una faticosa e dolorosa ricerca della libertà a cui il genere umano aspira». Nel suo percorso artistico, Mutti ha sviluppato una notevole conoscenza di molteplici tecniche e materiali consoni alla realizzazione delle sue opere, ed è questa competenza che gli consente di scegliere per ogni opera quali di queste tecniche e materiali utilizzare al fine di rendere al meglio la capacità espressiva dei suoi lavori non disdegnando contaminazioni con elementi naturali quali foglie, rami, sassi o altro. L'artista di Rezzato parteciperà alla Grolla d'Oro con l'opera «Pensieri piroettanti in una notte d'estate», un trittico in bronzo. Ilario Mutti ha già partecipato a concorsi di prestigio, ma è anche conosciuto per aver creato e realizzato monumenti dedicati all'Avis e gli Alpini. Nei mesi di maggio e giugno le sue opere sono state esposte Abbazia di Follina, in provincia di Treviso. Ad ottobre sarà presente in una collettiva nella sala dell'Antica Filanda di Bagnolo e ad ottobre in una personale a Bari. •. C.Reb.