Il centro sportivo rinasce Sarà a prova di infortuni

Una veduta aerea del polo sportivo di Rezzato  che sarà presto al centro di una radicale opera di restyling concentrata sui campi da gioco
Una veduta aerea del polo sportivo di Rezzato che sarà presto al centro di una radicale opera di restyling concentrata sui campi da gioco

Il restyling del Centro sportivo polivalente di Rezzato è ai blocchi di partenza. A fine estate aprirà il cantiere per un radicale lifting imperniato sulla sostituzione della pavimentazione dell’area di gioco della struttura di via Papa Giovani XXIII. La costruzione dell’edificio risale al 1998, mentre nel 2005 sono state apportate alcune modifiche con parziali interventi di ristrutturazione. «Dopo più di 15 anni dagli ultimi lavori, lo stabile richiede un intervento urgente di manutenzione straordinaria per l’adeguamento della pavimentazione esistente - spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Matteo Capra -. Attualmente il campo da gioco è costituito da un pavimento in materiale plastico obsoleto e pericoloso, in quanto alcuni tratti sono sollevati e parzialmente distaccati. Una situazione che mette a repentaglio l’incolumità dei giocatori di pallacanestro e volley». L’intervento prevede la sostituzione dell’attuale pavimentazione in gomma deteriorata con un nuovo strato in materiale ligneo, particolarmente adatto per gli ambienti sportivi, sul quale verranno applicate le tracciature per poter disputare le partite di basket e pallavolo, anche trasversale. I lavori costeranno 57.525 euro, a cui vanno aggiunti l’Iva, le spese tecniche e gli arredi necessari per completare l’intervento, per un totale di 70 mila euro. «La metà arriverà attraverso i fondi regionali - sottolinea Capra -, per il resto attingeremo alle casse comunali. La scelta di effettuare questo intervento non è casuale, ma frutto di un censimento, svolto nei primi mesi di mandato dell’esecutivo, sul patrimonio comunale, in particolare del settore sportivo-scolastico, al fine di individuare e pianificare una serie di interventi ordinari e straordinari di conservazione e riqualificazione degli immobili». Il finanziamento regionale destinato agli impianti sportivi - nella nostra provincia arriveranno 1.261.177 euro a fondo perduto - finirà nelle tasche di 13 Comuni: oltre al Polivalente di Rezzato, a Roccafranca verrà ampliato il polo sportivo, a Pontoglio ristrutturato il campo da calcio, a Gambara completato il restyling del centro sportivo I Pioppi. Lumezzane userà il «tesoretto» per la riqualificazione dello stadio «Saleri», Bedizzole per l’ampliamento del centro sportivo «Siboni», e Pian Camuno per la manutenzione dello spogliatoio del campo Santa Giulia. Chiari punterà sulla sistemazione della palestra del centro sportivo, Lavone di Pezzaze sulla riqualificazione del polivalente, Darfo sulla costruzione della tribuna del campo in erba sintetica dello stadio, Pralboino sulla messa in sicurezza degli impianti, Lonato sui «ritocchi» al palasport ed infine Iseo potrà investire i fondi nella seconda fase di restyling dello stadio «De Rossi».•.

Suggerimenti