Il rondò dei sospiri si sblocca E la viabilità diventa più sicura

Attesa da venti anni, la rotonda al confine tra Bovezzo e Concesio sta prendendo finalmente forma
Attesa da venti anni, la rotonda al confine tra Bovezzo e Concesio sta prendendo finalmente forma
Attesa da venti anni, la rotonda al confine tra Bovezzo e Concesio sta prendendo finalmente forma
Attesa da venti anni, la rotonda al confine tra Bovezzo e Concesio sta prendendo finalmente forma

Non è una rotatoria qualsiasi, e sono solo per il fatto che l’opera è attesa da vent’anni. Il rondò che ha eliminato il pericoloso innesto tra Bovezzo e Concesio, è il prologo del riassetto della viabilità tra le vie Battisti, Kennedy e via Brede. «Siamo di fronte a una svolta - ammette il sindaco di Bovezzo Sara Ghidoni - perché la rotonda migliorerà la viabilità, la renderà più sicura e riqualificherà i passaggi pedonali, che diventeranno, speriamo a breve, ciclopedonali. Abbiamo apprezzato la sensibilità del Comune di Concesio nella definizione dell’accordo». Inserita nel Piano dei servizi del Pgt del Comune di Bovezzo, l’infrastruttura si diceva è attesa da quasi vent’anni, ma solo nel maggio 2021 i due Comuni hanno sottoscritto il protocollo di intesa. La modifica dell’intersezione a rotatoria si è resa necessaria per incrementare la sicurezza stradale: infatti gli incidenti qui riscontrati erano dovuti principalmente all’elevata velocità di percorrenza dei veicoli tra via Kennedy e via Battisti, in cui si creava un lungo rettilineo, e alla complicata immissione sulle strade secondarie. «L’intervento punta al riassetto dell’articolata viabilità della zona, -aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Antonio Bazzani -, alla sicurezza, con l’ampliamento dei marciapiedi, il potenziamento dei passaggi pedonali e la nuova illuminazione a led che andrà a migliorare ulteriormente la visibilità sull’incrocio». Il rondò spezza il pericoloso rettilineo stradale, induce il naturale rallentamento delle automobili che si avvicinano all’incrocio ed elimina le manovre di svolta a sinistra. L’impianto di illuminazione verrà adattato con lo spostamento di due lampioni, l’inserimento di quattro nuovi punti luce stradali e la predisposizione di un’illuminazione specifica per i tre attraversamenti pedonali. Questi ultimi saranno dotati di corpi illuminanti a led: una tecnologia che prevede un contrasto positivo tra le persone e l’ambiente circostante garantendo un elevato illuminamento, non solo sul piano orizzontale ma soprattutto su quello verticale, illuminando perfettamente i pedoni, rendendoli visibili già nell’area d’attesa. Dopo l’accordo sono stati aggiudicati i servizi tecnici per la progettazione dell’opera e il coordinamento per la sicurezza e direzione lavori per un importo pari a 24.326 euro. Nell’aprile 2022 con delibera di Giunta è stato approvato il progetto definitivo esecutivo che ammonta a 198.000 euro, oneri della sicurezza compresi. Per il finanziamento dell’opera pubblica è stato assegnato ai Comuni un contributo della Comunità Montana Valle Trompia pari a 77.500 euro, dalla Regione Lombardia sono arrivati 45.000 euro, la rimanente quota di 127.500 euro è stata coperta da fondi di Bovezzo per la quota di 102.500 euro, mentre Concesio ha versato 25.000 euro. I lavori sono a buon punto e dovrebbero terminare a metà ottobre. «Con questo intervento giunge una risposta in termini di sicurezza e fruibilità in una zona di connessione tra i due paesi, attesa da molto tempo. -conclude Agostino Damiolini, sindaco di Concesio -. Un esempio concreto di quanto sia importante, su alcuni temi, ragionare come area territoriale complessiva e non unicamente come singole amministrazioni». •.