La chiesa restaurata apre alle visite estive

La Chiesa dei Santi Nazaro e Celso, tesoro nascosto tra le campagne di Leno, si apre alle visite estive grazie ai volontari del «Comitato dei santi Nazaro e Celso» che saranno a disposizione per l’apertura della pieve al pubblico ogni domenica fino alla fine di settembre dalle 15 alle 18. Sono trascorsi dieci anni da quando si è concluso il grande lavoro di restauro della pieve medievale situata lungo la strada che conduce a Calvisano. I resti diroccati ed il grave stato di abbandono non rendevano merito ad una struttura che nasconde, tra le sue mura, una gloriosa vicenda millenaria. Nel 2007 la famiglia Gatti decise di donarla alla Fondazione Dominato Leonense che avviò un complesso percorso di restauro e di valorizzazione, in collaborazione con Cassa Padana Bcc e Soprintendenza Archeologica di Brescia e con il contributo di Regione Lombardia. Grazie allo studio, avviato prima di procedere al restauro, si scoprì che la chiesetta, risalente al periodo pre-longobardo, era stata protagonista del processo che segnò il passaggio dalla religiosità precristiana al Cristianesimo. A distanza di dieci anni, la chiesa è tornata ad essere punto di riferimento di tutta la zona, «restituendo agli abitanti del territorio una parte di se stessi - affermano al Dominato, fondazione presieduta da Franco Aliprandi - Una pieve che è un piccolo scrigno di storia, in grado di raccontare passaggi di popoli diversi, molteplici fasi di sviluppo». Per informazioni il numero di telefono è331-6415475 oppure si può scrivere a info@fondazionedominatoleonense.it.•. M.Mon.