La scuola distrutta dai vandali rinascerà grazie ai bambini

I danni provocati dal raid incendiario dei vandali entrati in azione alle scuole  elementari di Cellatica
I danni provocati dal raid incendiario dei vandali entrati in azione alle scuole elementari di Cellatica
I danni provocati dal raid incendiario dei vandali entrati in azione alle scuole  elementari di Cellatica
I danni provocati dal raid incendiario dei vandali entrati in azione alle scuole elementari di Cellatica

Smaltito lo shock, la rabbia e l’indignazione, per la comunità di Cellatica è l’ora della mobilitazione. «Ridare colore alla scuola» non è solo lo slogan dell'iniziativa in programma domani, ma anche uno strumento per reagire al devastante blitz vandalico contro l’elementare avvenuto domenica 18 settembre. «Questo atto violento senza precedenti, inferto ad uno dei beni più preziosi per la comunità, ha rafforzato lo spirito di collaborazione tra famiglie e istituzioni per trovare soluzioni, mettendo al centro i bambini, il diritto allo studio e la socialità», spiega il presidente del Comitato genitori, Massimiliano Loda. Alle 17 dalla scuola elementare partirà un corteo solidale che percorrerà le vie del paese, passando dall’oratorio per ritornare alla sede della primaria, dove alle 17.45 interverranno i promotori della marcia. Gli alunni dell'istituto «Leonardo da Vinci», esporranno i loro autoritratti, per ribadire che l’elementare è la loro casa, la casa di una comunità che nella scuola genera il proprio futuro. Ogni persona presente apporrà un simbolo o un segno colorato per completare l’opera dei bambini. L’iniziativa - promossa dal Comitato genitori Cellatica insieme all’Istituto comprensivo, al Comune e alla Parrocchia, «vuole essere l’inizio di un percorso di riflessione e impegno sul tema dell’educazione dei nostri bambini, ovvero l’impegno alla valorizzazione della gentilezza, del rispetto dei beni comuni e delle persone – aggiunge Loda -. La scuola è il luogo del nostro futuro, è uno spazio di crescita e di formazione: nessuna forma di prepotenza deve prevalere». L’evento sarà anche l'occasione per il Comitato genitori per lanciare una raccolta fondi volta al ripristino di materiali, quaderni, libri e della strumentazione tecnologica danneggiata dal rogo. Il conto della devastazione si aggira attorno ai 100 mila euro. Il Comitato si impegna, insieme alla scuola e con altre realtà educative del territorio, a programmare anche percorsi mirati al benessere personale e scolastico e all’educazione alla convivenza civile dei bambini. Alla camminata solidale di domani hanno aderito numerose associazioni e realtà di Cellatica. Sul fronte delle indagini, il sindaco Marco Marini non nasconde che «siano a buon punto. È presto per dire quanti sono e chi sono gli autori del raid, se minorenni o maggiorenni, ma le indagini dei carabinieri e della procura vanno avanti. È importante avere la certezza che le persone identificate siano effettivamente i colpevoli da punire, anche per mettere fine a certe voci ed insinuazioni che purtroppo circolano in paese. La giustizia deve fare il suo corso ma, ripeto, le indagini sono ormai ad una svolta». •.