CHIUDI
CHIUDI

21.11.2019

Monte Triomen, un ardito «balcone» apre il panorama sui Piani dell’Avaro

Una veduta dell’itinerario
Una veduta dell’itinerario

Monte Triomen: un ardito balcone panoramico, erboso e roccioso sopra i dolci e ondulati Piani dell'Avaro. Non c'è accordo sulle carte topografiche su quale sia esattamente questo monte: la posizione ufficiale data dall'Istituto Geografico Militare e ripresa dalla carta di Ingenia, lo colloca a 2245 metri di quota, leggermente a Sud della cresta principale che divide la Valtellina dalla provincia di Bergamo. Il Triome lo si raggiunge generalmente dalla cresta Est, da percorrere in discesa preferendo salire dal più impegnativo versante Sud-Ovest che comporta un breve passaggio un poco esposto. Il percorso, nella prima parte, è in comune con l'itinerario per salire sul Monte Avaro. Dal Ristorante Orobie si segue sin quasi alla larga sella tra il Monte Triomen e il Monte Avaro. Senza raggiungerla si abbandona il sentiero segnalato per raggiungere la base del pendio che scende dalla bocchetta tra il Triomen e il Monte Valletto. Questa bocchetta non è indicata, né su IGM né sulla carta Ingenia: è senza nome e quotata 2200 metri sulla Carta tecnica regionale. Localmente viene chiamata da alcuni Bocchetta del Triomen, da altri Bocchetta del Valletto. Si sale il pendio dove, a inizio stagione, è possibile trovare ancora chiazze di neve, e si raggiunge l'aspra bocchetta dove si gode un magico panorama sulla catena del Monte Ponteranica e del Monte Colombarolo: sotto si trovano i Laghi di Ponteranica adagiati tra le praterie d'alta quota spesso ancora coperti di neve anche in estate. Come detto alcune carte e alcuni autori collocano il Triomen a sinistra (Nord) della bocchetta, mentre le carte ufficiali lo collocano a Sud. Chi ha dei dubbi ed è un collezionista di cime può salire entrambe: a sinistra la quota 2302, a destra il Triomen «ufficiale». Per salire quest'ultimo dalla bocchetta c'è un sentiero che, dopo alcuni metri a mezzacosta sul versante dei Piani dell'Avaro (versante Ovest), risale, con un passaggio facile ma esposto, alla panoramica vetta del Triomen. Fantastico il panorama - con montagne a perdita d'occhio che si rincorrono, valli e vette - che dà l'idea della complessità della geografia delle Alpi Orobie. Si torna con un bel giro sino ai Laghi di Ponteranica con il percorso che descriveremo la prossima settimana. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1