CHIUDI
CHIUDI

21.01.2020

Multe stradali ma non solo nel bilancio della Locale

L’esterno del comando della polizia Locale di Rezzato
L’esterno del comando della polizia Locale di Rezzato

«Abbiamo garantito un’adeguata vigilanza in tutti gli ambiti su cui stati chiamati a intervenire. I risultati lo dimostrano». I numeri relativi all’attività svolta dai suoi uomini (e donne) soddisfano Giancarlo Bonizzardi, il comandante della polizia Locale di Rezzato. SUL FRONTE dell’attività di polizia giudiziaria nel corso del 2019 si sono registrati 5 arresti: 3 per droga, 1 per sfruttamento della prostituzione e 1 per resistenza, un invalido (è cieco) pluripregiudicato che è fuggito a un controllo di polizia guidando come un pazzo per le vie del paese. Sette le persone denunciate per l’uso di patente di guida falsa, cinque quelle sfruttamento della prostituzione , tre di queste sono cittadini cinesi che facevano lavorare loro connazionali in centri massaggi pronti a trasformarsi in case d’appuntamento. SONO STATE oltre 3.900 le multe elevate per infrazioni al codice della strada per un importo accertato pari a 671.334 euro. Di questi 321.394 euro sono stati già riscossi: 230.324 pagati con bonifico o bollettino postale, mentre 91.070 sono stati saldati direttamente negli uffici della Locale. Complessivamente nel corso dell’anno appena concluso sono stati effettuati oltre 20mila controlli su automobilisti. Sul fronte della lotta ai cosiddetti «furbetti della spazzautra» sono stati 23 i verbali per violazioni al regolamento di conferimento dei rifiuti solidi urbani, 18 quelli per l’abbandono dei rifiuti. IN AMBITO commerciale sono stati predisposti 23 controlli presso attività commerciali: otto i verbali per violazione in bar e locali pubblici, tre quelli elevati a negozi mentre 4 sono quelli che hanno ricevuti altrettanti venditori ambulanti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1