Operaio travolto sulla A4 Si rafforza l’ipotesi-pirata

Marco De Luca aveva 45 anni
Marco De Luca aveva 45 anni

Con l’incedere delle ore e degli accertamenti sembra prendere sempre più consistenza l’ipotesi che Marco De Luca sia stato travolto da due mezzi. L’operaio di 45 anni aveva avuto un incidente senza gravi conseguenze venerdì notte: la sua Ford Fiesta era finita contro un guard rail. La vittima - rimasta illesa nello schianto - è scesa dall’utilitaria per verificare i danni, ma è stata investita da una o due auto che non si sono fermate a prestare soccorso. Non viene escluso che complice la pioggia e l’oscurità i conducenti non si siano accorti dell’urto. Potrebbero per questo alleggerire la loro posizione giudiziaria se si presentassero alle forze dell’ordine. La disgrazia si è consumata sull’A4 sulla corsia in direzione di Milano tra i caselli di Desenzano e Brescia Est. Gli agenti della Polstrada di Verona stanno minuziosamente controllando tutte le telecamere poste ai varchi delle uscite dell’autostrada per cercare di individuare i veicoli che hanno investito Marco Di Luca. In attesa degli accertamenti medico legali non è stata ancora fissata la data dei funerali dell’operaio dipendente di un’azienda che si occupa dell’installazione di piscine. Marco De Luca lascia due figli di 16 e 18 anni. La comunità - che in queste ore si è stretta attorno ai figli del 45enne - ha accolto l’ invito del parroco di Castenedolo don Roberto Soncina recitando una preghiera in suffragio della vittima durante le messe domenicali. V.Mor.

Suggerimenti