Palazzo Martinengo Arte e cultura tirano a lucido il loro scrigno

L’assessore Ivonne Valcamonico
L’assessore Ivonne Valcamonico

Tra i progetti finanziati dalla Regione figura anche il restyling delle sale espositive di Palazzo Martinengo, casa comunale di Collebeato scrigno di mostre ed eventi. Ancora da definire i tempi dell’intervento, ma le risorse ci sono. Geometrie di Valle, ricordiamolo, è il progetto presentato dalla Comunità Montana di Valle Trompia per la valorizzazione del territorio attraverso attività culturali. Requisito fondamentale per la partecipazione al bando regionale era la presenza di un partenariato costituito da soggetti pubblici e privati. All’avviso han partecipato 17 realtà con le quali è stata intrapresa la successiva fase di co-progettazione vera e propria: Città di Gardone, Comune di Bovezzo, Comune di Lodrino, Comune di Pezzaze, Comune di Sarezzo, Comune di Tavernole, Albatros film & Video, diverse associazioni, come Arte e Spiritualità, Gardone Capannone, Valtrompia Storica, cooperative e anche la Pro loco di Collebeato. «Gli interventi proposti per il bando –spiega l’assessore alla Cultura della Comunità Montana Ivonne Valcamonico – riguardavano gli spazi reali, ma anche luoghi di vita, testimoniati da palazzi, cantieri di lavoro, mura modeste intrise di fatica quotidiana, edifici caratterizzati da un’impronta spirituale, aree caratterizzate dalla presenza di personalità significative, ma anche luoghi conservati solo nei ricordi». Nell’anno di Brescia e Bergamo capitali della cultura, Collebeato metterà mano a un importante progetto di valorizzazione architettonica. •

M.BEN.