CHIUDI
CHIUDI

16.03.2019

Marmi antichi sotto il «bisturi» Scatta l’operazione cimitero

Il cimitero di Rezzato disegnato dall’architetto Rodolfo Vantini
Il cimitero di Rezzato disegnato dall’architetto Rodolfo Vantini

Purtroppo non sta regalando la tanto attesa pioggia, ma almeno, salvo imprevisti dell’ultima ora, la primavera porterà con sé novità significative per il cimitero di Rezzato. L’atteso progetto di riqualificazione del grande camposanto monumentale disegnato nell’Ottocento dal famoso architetto neoclassico Rodolfo Vantini è infatti uscito dai cassetti e sta per muovere parecchie cose. Entrando nel dettaglio dei lavori in programma, che dovrebbero prendere il via già a maggio, si può parlare di un vero «lifting» destinato nelle intenzioni a far tornare la struttura al suo antico splendore. Il progetto, che sarà poi attuato a lotti, prevede la ripulitura di tutte le superfici marmoree del blocco più antico. Rezzato è un paese di cave ma anche di polvere; che ha lasciato il segno. Poi, oltre alla ripulitura dei marmi, che interesserà anche l’imponente ingresso su viale Santuario, si procederà anche al restauro degli elementi architettonici più malconci. Muschi, licheni e anche qui accumuli di polveri che continuano da decenni saranno rimossi da restauratori professionisti, come imposto dalla Sovrintendenza che tutela questo spazio storico. Terminati i lavori preliminari si passerà alla fase due della campagna, che prevede la sistemazione del tetto della cappella interna e delle gallerie coperte realizzate negli anni Settanta, nella speranza di mettere fine al vecchio problema delle infiltrazioni d’acqua. CI SARÀ maggiore spazio anche per il «ricambio»: i resti di esumazioni ed estumulazioni finiranno in una nuova fossa che andrà ad affiancare quella già attualmente in uso e ormai superata. La spesa totale prevista per l’operazione cimitero si aggira sui 250 mila euro: 100 mila sono da poco stati ottenuti dal Governo, a patto che vengano impiegati per lavori di manutenzione da effettuare entro il prossimo maggio. «I cimiteri sono luoghi importanti per la memoria e l’identità della nostra comunità, per questo meritano attenzione e cura - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giorgio Gallina - negli ultimi anni abbiamo provveduto a realizzare piccoli lavori di manutenzione, e adesso passiamo al risanamento vero e proprio». •

Luca Reboldi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1