«Sabot à le öndes» Un palco per il dialetto

La filodrammatica Campini è tra le più longeve  compagnie bresciane
La filodrammatica Campini è tra le più longeve compagnie bresciane
La filodrammatica Campini è tra le più longeve  compagnie bresciane
La filodrammatica Campini è tra le più longeve compagnie bresciane

Un sabato all’insegna del divertimento: lo propone l'Associazione di promozione sociale Prometeo, stasera al Teatro Sicomoro-sala della comunità, in via Vittorio Veneto, a Montirone. Alle 20,30 andrà in scena, la commedia dialettale e comica, scritta da Stefano Godizzi, anche tra gli interpreti, «Sabot à le öndes», un allestimento della compagnia filodrammatica «Campini» dell’oratorio San Luigi di Bagnolo. Si tratta di uno dei gruppi più longevi essendo nato addirittura nel dopoguerra e che negli ultimi trent’anni ha optato per le commedie brillanti in dialetto. La regia è di Vincenzo Ongarini che dirige un cast didieci attori. Oltre all’autore saranno in fatti in palcoscenico anche Mariateresa Curti, Elena Tonini, Davide Maggi, Primarosa Rossetti, Davide Vespi, Monica Lanzani, Gino Penna, Davide Bonetta e Valentina Godizzi. Verrà proposta una classica commedia sui dissidi familiari che rischiano di mandare in fumo un matrimonio, molto vivace, con colpi di scena, attori che salgano e scendono dal palco, ampliando la scenografia finta d inglobare la platea ed interagendo con il pubblico che viene coinvolto. Naturalmente il lieto fine è assicurato. La storica compagnia tornata sul palco dopo tre anni di stop. «Ogni anno mettiamo in scena un nuovo allestimento - afferma Godizzi-. Ora dopo la pausa imposta dalla pandemia siamo ripartiti ed il pubblico ci ha ben accolto». L’ingresso costa 5 euro, ma è gratuito per gli under 12. M.Mo.