Skate park troppo affollato Acrobazie, scatta il divieto

Stop allo skate board  a Mazzano
Stop allo skate board a Mazzano

•• L’obiettivo è prevenire ogni forma di assembramento tra i giovani diventanti loro malgrado una fonte di diffusione della recrudescenza dei contagi da coronavirus. Va in questa direzione la decisione dell’Amministrazione comunale di Mazzano, guidata dal sindaco Fabio Zotti che ha disposto per una settimana la chiusura dell’area skate di fronte al municipio. Una misura varata a titolo precauzionale considerato che gli appassionati della tavola a rotelle sono fisiologicamente distanziati tra di loro quando effettuano le acrobazie. «Accertato che c’è stato un massiccio afflusso di ragazzi nello skate park davanti al municipio – si legge nell’ordinanza comunale -, con conseguente difficoltà nel mantenere il rispetto del distanziamento sociale e interpersonale, creando possibile rischio sanitario per assembramento, aggravato da mancato uso della mascherina fino al 23 febbraio è stata disposta la chiusura temporanea dell’area con divieto di raggrupparsi e stazionare nel luogo». Dopo la decisione di chiudere la scuola elementare Abba di Molinetto, la Giunta ha deciso di intraprendere altre iniziative per contrastare la diffusione del virus. Restrizioni rivolte in particolar modo ai giovani, visto che come accade anche in altri paesi in diverse circostanze non sembrano essere rispettate le normative anti-contagio creando assembramenti e non indossando il dispositivo di protezione individuale. In molti casi, come nel caso dello skate park si tratta di misure di carattere preventivo che vanno oltre il protocollo fissato dal Governo e dalla Regione. •. V.Mor.