Tennis, la Fenice risorge «C’è tanta voglia di fare»

di Cinzia Reboni
La società schiera quattro formazioni giovanili, due team amatoriali e la prima squadra in serie C maschile
La società schiera quattro formazioni giovanili, due team amatoriali e la prima squadra in serie C maschile
La società schiera quattro formazioni giovanili, due team amatoriali e la prima squadra in serie C maschile
La società schiera quattro formazioni giovanili, due team amatoriali e la prima squadra in serie C maschile

La Fenice è risorta dalle... ceneri di una lunga inattività, legata alla pandemia. L’associazione sportiva, che gestisce l’impianto del tennis comunale di Castegnato, è ripartita mettendo a frutto la programmazione pianificata a tavolino durante lo stop per innalzare la quantità e la qualità dell’offerta. «L’aspetto più gratificante - ammette il direttore dell’Asd La Fenice, Diego Rosellini - è stato poter riprendere ad allenare ed istruire i più giovani. La risposta delle nuove generazioni è stata straordinaria, c’è una grande voglia di praticare sport e la scuola tennis conta 90 allievi, una quota significativa. Anche le richieste per utilizzare i campi sono tornate al livello pre-Covid». A marzo il torneo giovanile ha richiamato a Castegnato 100 promesse del tennis provenienti da tutta la regione. L’Ads Castegnato schiera 4 formazioni giovanili, due team amatoriali e la prima squadra in C maschile. La rappresentativa under 14 maschile, dopo aver superato il girone bresciano a punteggio pieno, ha passato il turno in quello regionale, perdendo solo al doppio di spareggio. «La C maschile anche quest'anno ha superato il girone al secondo posto e, dopo aver battuto il Saronno, si è fermata a Crema per l'accesso alla fase nazionale e la possibile promozione in B - spiega il direttore -. Siamo comunque soddisfatti, nonostante, causa infortunio, sia venuto meno l’apporto del maestro Federico Di Tommaso, e soprattutto l’atleta di punta, Carlo Rosellini, nelle fasi finali». Nella prima settimana di giugno è tornato il Trofeo Cbs open, con giocatori provenienti da tutta Italia. L’agenda dei prossimi mesi è fitta: mentre sono in corso i centri estivi, a fine luglio è in programma un torneo di terza categoria, la ripartenza della scuola e un evento a settembre. L’Asd La Fenice sta insomma raggiungendo gli obiettivi che gli erano stati affidati dal Comune, ovvero rilanciare gli impianti, ma soprattutto incentivare la pratica del tennis ai giovani in chiave educativa, a prescindere dai risultati agonistici che pure sono arrivati. L'associazione sportiva dilettantistica è stata fondata nel 2006 a Brescia. Ha operato in città al Couver Tennis del Club Azzurri e a Salò al Tennis Due Pini, centro che gestisce ancora insieme a quello di Castegnato.•.