il controllo

Travagliato, un arresto per stupefacenti e oltre 30mila euro in contanti sequestrati

Operazione della Guardia di Finanza di Brescia. Spacciatore fermato sulla sua auto, era alla guida con una patente falsa
Il materiale sequestrato dalla Finanza
Il materiale sequestrato dalla Finanza
Il materiale sequestrato dalla Finanza
Il materiale sequestrato dalla Finanza

I Finanzieri del Comando Provinciale di Brescia, nell’ambito di un servizio di repressione e prevenzione del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, hanno arrestato a Travagliato un cittadino marocchino nei pressi di un esercizio commerciale. I militari lo hanno individuato  mentre era a bordo della propria autovettura, era diretto presumibilmente verso alcuni clienti per effettuare delle consegne di stupefacente. Dopo averlo fermato, le Fiamme Gialle l’hanno sottoposto a perquisizione, estendendo le ricerche anche al veicolo in uso e alla relativa abitazione.

Sequestrati 330 grammi di cocaina, 115 grammi di hashish e 6,5 grammi di marijuana

Oltre allo stupefacente, l'uomo era in possesso anche di denaro contante:  quasi 32 mila euro in banconote di piccolo taglio. Sotto sequestro oltre alla droga e ai soldi sono finiti anche  due bilancini e un coltellino da taglio.

Oltre ad essere stato arrestato per le violazioni previste dal Testo Unico sugli Stupefacenti, l'uomo è stato inoltre denunciato per il possesso di una patente di guida risultata falsa. Con successiva udienza per direttissima, l’arresto è stato convalidato ed il soggetto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari ristretti.

L’intervento eseguito conferma l’efficacia e l’ampiezza dello spettro dell’attività di controllo delle Fiamme Gialle bresciane che, particolarmente in questo delicato periodo, sono al fianco dei cittadini non solo a protezione della loro sicurezza economica e finanziaria, ma anche attraverso la costante attività di prevenzione dei traffici illeciti di ogni natura, fra cui quelli di sostanze stupefacenti. I provvedimenti adottati nei confronti dei soggetti coinvolti sono stati assunti sulla scorta degli elementi probatori acquisiti in fase di indagine preliminare, pertanto, in attesa di giudizio definitivo, sussiste la presunzione di innocenza