CHIUDI
CHIUDI

21.01.2020

Cadavere nel
lago, una
dolorosa verità

Il corpo senza vita è stato ritrovato nelle acque del lago d’Iseo
Il corpo senza vita è stato ritrovato nelle acque del lago d’Iseo

Appartiene alla giornalista Rosanna Sapori il cadavere ritrovato nel lago d'Iseo sabato sera nella zona di Montisola. ORIGINARIA di Azzano San Paolo, nella Bergamasca, aveva 60 anni: di lei si erano perse le tracce il 27 dicembre scorso e purtroppo ogni speranza di ritrovarla in vita è svanita nel modo più doloroso e traumatico per chi le ha voluto bene. Dopo il ritrovamento, la Procura di Brescia aveva autorizzato l'analisi del Dna della vittima ritrovata senza vita nel lago da comparare con quello della giornalista bergamasca, la cui scomparsa era stata segnalata dai familiari. Per questo è stato necessario attendere i risultati delle analisi per avere conferma o meno dell'identità. Ieri il riscontro è arrivato e non ci sono più dubbi. Rosanna Sapori, nella sua professione di giornalista, in passato aveva a lungo lavorato ad Antenna 3 Nordest, TeleNordest e altre tv e testate del Veneto. Era inoltre nota per l'attività a Radio Padania, dove ha condotto fino al 2004 una trasmissione in due fasce giornaliere in cui dava voce alle persone. Fino al 2005 era stata militante della Lega Nord, partito dal quale si era in seguito allontanata, ma non prima di essere stata per anni consigliere comunale per il Carroccio ad Azzano San Paolo, dove è stata due volte candidata sindaco. Dal 2011 possedeva una tabaccheria e ricevitoria in via Aldo Moro, a Zanica. SECONDO quanto riferito dai carabinieri di Bergamo, la giornalista stava attraversando un periodo difficile, forse tormentato, come può succedere nel corso della via di una persona. Ma su come e perchè sia finita nel lago non ci sono certezze. Dopo la scomparsa avvenuta in dicembre si erano perse le sue tracce e le indagini non avevano dato risultati utili in questo senso, fino al ritrovamento del cadavere avvenuto sabato 18 gennaio nelle acque del lago d'Iseo a Carzano di Montisola. È proprio Rosanna: la conferma è arrivata dai risultati dell'esame autoptico, dopo che anche i familiari avevano dato prime indicazioni sulla sua identità, che hanno purtroppo trovato un riscontro definitivo. Il più doloroso. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1