CHIUDI
CHIUDI

12.11.2019

Arriva il «bosco diffuso» e porta decine di alberi

Si svolgeranno questo sabato le prime opere necessarie per la creazione anche a Chiari del progetto di bosco diffuso noto come «Il Bosco di Lorenzo», ideato dall’associazione «I Frattimi» di Erbusco. Quel giorno (condizioni meteo permettendo) verranno realizzati i primi ricettacoli che ospiteranno poi le piantumazioni, così che nei giorni successivi si possa passare alla messa a dimora delle piante. Tutto questo fa parte dell’accordo sottoscritto definitivamente in questi giorni dal Comune di Chiari con l’associazione di Erbusco: infatti, nei mesi scorsi la Giunta comunale aveva approvato la richiesta dell’associazione di mettere a dimora a Chiari numerosi alberi e arbusti a sostegno dell’iniziativa nata in ricordo e in onore dell’amico Lorenzo Corioni, già attivista del circolo Legambiente «Ilaria Alpi» di Erbusco, scomparso prematuramente in seguito a un tragico incidente stradale nel 2015. Le zone individuate per il bosco diffuso sono due: quelle di via Milano, che ospiterà 12 nuovi tigli, e quella di via Pellegrini, dove si pianteranno tra i 30 e i 41 alberi (aceri, carpini, tigli, ciliegi, meli, viburni, sanguinelle e così via). In seguito l’associazione «I Frattimi» si occuperà anche delle potatura delle piante (per i primi tre anni), mentre il Comune sfalcerà il manto erboso e si occuperà dell’irrigazione secondo il bisogno (come già previsto nel piano di cura del verde generale cittadino già in vigore). «Implementare le piantumazioni di alberi è stato il primo punto del programma elettorale con il quale ci siamo ripresentati alla città - ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Chiara Facchetti -. È una soddisfazione sia per me, sia per il consigliere Simone Riccardi che ha l’incarico specifico per le aree boschive, aver contribuito alla concretizzazione di un accordo nato qualche mese fa con l’associazione. Si tratta della prima di ulteriori azioni di piantumazioni per il Comune di Chiari: lavoreremo per favorire la diffusione del verde e delle infrastrutture verdi, essenziali per un ambiente più salubre». •

M.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1