CHIUDI
CHIUDI

20.10.2020 Tags: Chiari

Dolore per Klajdi
e ansia per l’amico
ancora in fin di vita

Klajdi Hallulli: aveva solo 21 anniI soccorsi sul luogo del tragico incidente, in via Lunghe a Chiari: una strada a doppio senso ma  stretta fra due filari di alberi
Klajdi Hallulli: aveva solo 21 anniI soccorsi sul luogo del tragico incidente, in via Lunghe a Chiari: una strada a doppio senso ma stretta fra due filari di alberi

Si svolgeranno domani alle 13 i funerali di Klajdi Hallulli, il 21enne di Chiari di origini albanesi che ha perso la vita nella notte tra sabato e domenica per un tragico e spaventoso incidente stradale. Il feretro dello sfortunato giovane è ora custodito alla Casa del commiato di via Rudiano, dove lo piangono i genitori Florinda e Argon, con il fratello Adi, i nonni e gli zii, sconvolti da un dolore indicibile. RESTANO GRAVI anche le condizioni del 19enne che era al suo fianco nella Ford Focus che guidava la vittima, L.M. le sue iniziali: ha superato le prime 24 ore ma le sue condizioni restano critiche e all’ospedale Civile, dove si trova in questo momento, sarà sottoposto a nuovi delicati interventi. L’incidente è avvenuto verso le 2 di notte in via Lunghe alle porte di Chiari: Hallulli è morto dopo breve agonia nel reparto di terapia intensiva della Poliambulanza, dove era stato trasportato in condizioni disperate. Hallulli lavorava come apprendista operaio ed era molto noto a Chiari e non solo. I suoi amici e parenti si sono radunati da subito alla Casa del commiato, ieri, dopo l’arrivo della salma. Tra di loro anche i familiari degli altri due amici, D.R ed E.B. le loro iniziali, che viaggiavano sui sedili posteriori della Ford Focus condotta da Klajdi. Le condizioni di questi ultimi non destano preoccupazioni. Sul posto, a soccorrerli sono intervenute cinque ambulanze e l’eliambulanza abilitata alle missioni notturne. Per Hallulli non c’è stato nulla da fare: dopo alcune ore il suo cuore ha smesso di battere. VIA LUNGHE è una strada che solca la campagna, apparentemente sicura, ma non è la prima volta che accoglie incidenti gravi. È una strada laterale della trafficata tangenziale est e pare più un senso unico, tanto è stretta, che è una via a doppio senso. Tuttavia la presenza di grossi alberi sulle ripe a fianco non perdonano eventuali uscite di strada. Ai familiari il sindaco Massimo Vizzardi ha rivolto il cordoglio di tutta l’Amministrazione comunale. •

Massimiliano Magli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1