CHIUDI
CHIUDI

14.09.2019

Due auto piombano sulla bancarella di frutta

La Polizia locale giunta sul posto per i rilievi dopo l’incidenteFrutta spiaccicata e piazzola distrutta: danni ingenti per l’ambulante
La Polizia locale giunta sul posto per i rilievi dopo l’incidenteFrutta spiaccicata e piazzola distrutta: danni ingenti per l’ambulante

Incidente da brivido a Clusane dove due auto, una Panda e una Opel, si sono scontrate finendo contro la bancarella del fruttivendolo, sul ciglio della strada litoranea. Sono tre i feriti: la moglie dell'ambulante e i due automobilisti, un uomo di 59 anni e una donna di 49, tutti portati all’ospedale, ma nessuno in pericolo di vita. Alla fine il danno maggiore è quello subito dal commerciante: bancarella distrutta e quintali di frutta, angurie in particolare, spiaccicati sulla strada, oltre al grande spavento e all’apprensione per le condizioni della moglie. È SUCCESSO in via Risorgimento alle 14.30 circa, sulla provinciale rivierasca che collega Paratico a Clusane. Le due auto, che viaggiavano in direzioni opposte (la Panda verso Iseo e la Opel verso Capriolo), sono finite contro la postazione del fruttivendolo. Per i rilievi è arrivata sul posto la Polizia locale: forse la causa è un malore, o un momento di distrazione, da parte di uno dei due conducenti. Ed è la seconda volta in poche settimane che l’esercente prova questo spavento: a fine agosto, infatti una motocicletta aveva sbandato finendo a sua volta contro i banchi della frutta. L'ambulante, molto scosso e anche lui lievemente contuso a un braccio, racconta: «Non li abbiamo nemmeno visti arrivare: in un attimo siamo stati travolti. Non so che dire, ce la siamo vista brutta». La conta dei danni per lui è ingente: ora potrebbe anche valutare di spostare altrove la bancarella.

S.DUC.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1