LA RIEVOCAZIONE

Federico Barbarossa torna in pace sul Sebino

Nel 1161 l'imperatore venne a mettere a ferro e fuoco l'area del lago Dopo 850 anni l'occasione per rievocazioni in costume e mercatini
A Iseo  va in scena la rievocazione del passaggio di Federico Barbarossa, sovrano del Sacro romano impero, che calò sul Sebino nel 1161
A Iseo va in scena la rievocazione del passaggio di Federico Barbarossa, sovrano del Sacro romano impero, che calò sul Sebino nel 1161
A Iseo  va in scena la rievocazione del passaggio di Federico Barbarossa, sovrano del Sacro romano impero, che calò sul Sebino nel 1161
A Iseo va in scena la rievocazione del passaggio di Federico Barbarossa, sovrano del Sacro romano impero, che calò sul Sebino nel 1161

Non tutti sanno che nel luglio di 850 anni fa, correva il 1161, Federico I Hohenstaufen, da tutti conosciuto come «il Barbarossa», imperatore del Sacro Romano Impero, durante una delle tante campagne condotte nel nord Italia mise a ferro e fuoco la città di Iseo, imponendo il suo potere sull’area sebina. Partendo da queste pagine di storia ci saranno per tre giorni iniziative di approfondimento culturale ma anche momenti di spettacolare rievocazione, con il contorno di intrattenimenti e mercatini. L’Amministrazione comunale iseana, la Biblioteca civica e l'Uspaaa (Unione per la salvaguardia del patrimonio artistico, archeologico e architettonico di Franciacorta) hanno dato vita a un ricco calendario di iniziative per il week end dal 30 luglio al primo di agosto. Per prima cosa, la Biblioteca ha deciso di pubblicare un «Quaderno", che verrà presentato nella sala Civica del Castello Oldofredi il 30 luglio alle 21, ingresso su prenotazione: «Sono convinto della necessità che la biblioteca comunale, parallelamente all'ordinario servizio bibliotecario, allestisca eventi e ricerche di questo tipo, - commenta Michele Consoli, presidente della commissione biblioteca del Comune di Iseo - rafforzando il proprio rapporto con la comunità di riferimento, valorizzandone, quindi, le peculiarità». Quindi ci saranno l'intrattenimento e le iniziative storiche, organizzate dall'amministrazione: sabato 31 e domenica 1 il centro storico sarà animato da una serie di rievocazioni storiche. Sarà allestito un vero e proprio campo base, in cui verranno inscenati antichi mestieri e costruite armi medievali, mentre in serata verrà riproposta la battaglia in cui il Barbarossa riuscì a infrangere le difese iseane e ad entrare in città. «Uno sguardo al passato che permetterà all'osservatore di cogliere l'intensità del momento storico vissuto - ha commentato Cristina De Llera, consigliere comunale con delega alla cultura -: l'organizzazione di questo evento è stata lunga e impegnativa, ma sono soddisfatta del lavoro per ora svolto. Penso che sia una manifestazione completa e variegata in memoria di un evento storico che in pochi conoscono». A Iseo saranno allestiti anche i mercatini medievali, che avranno luogo tra il centro storico ed il lungolago, mentre a fare da sottofondo musicale alla tre giorni, è stato chiamato il gruppo rinascimentale «la Zerla». •.

Alessandro Romele

Suggerimenti