CHIUDI
CHIUDI

05.04.2020

Il centenario racconta la guerra

Angelo Valli insieme a Gianlugi Valotti, l’autore della pubblicazione
Angelo Valli insieme a Gianlugi Valotti, l’autore della pubblicazione

Il traguardo è vicino. Angelo Vanni, il più anziano di Paderno compirà cent’anni il prossimo 14 aprile. In regalo riceverà la pubblicazione delle sue memorie di guerra, scritta dal ricercatore Gianluigi Valotti, insieme a Matteo Ghedi e con le illustrazioni di Michele Avigo. Un volumetto fresco di stampa appena, ma che per il momento, a causa delle disposizioni in ottemperanza al contenimento del Coronavirus, non potrà essere presentato pubblicamente. «Vorrà dire - dice Gianluigi Valotti – che appena possibile organizzeremo una grande festa e un gran serata. Intanto siamo contenti di aver portato a termine questo lavoro dedicato alla memoria che sarà utile anche alle scuole del territorio per approfondire un pezzo di storia vissuta in prima persona da un padernese. La pubblicazione è arrivata, Angelo è stato così contento da volerla autografare, per lui è stato proprio un bel regalo di compleanno». Il libriccino racconta la storia del sergente Angelo Venni, 24 pagine dal titolo «la guerra di Angelo» stampato in un centinaio di copie da «Liberedizioni», che ricostruisce le vicissitudini negli anni a cavallo tra il 1939 e il 1945. Angelo Venni è un sopravvissuto della campagna di Russia. Tornò prima della disfatta di Nikolajewka. Poi fu destinato a Catania, ma fatto prigioniero dagli inglesi il 13 luglio 1943 a Solarino, vicino a Siracusa, e deporato in prigionia a Tripoli nel campo di concentramento 313 dove giunse il 19 luglio. Il 20 aprile 1945 fece ritorno in Italia, sbarcò a Taranto e il primo agosto indossò la divisa del nuovo esercito italiano. A Barletta venne inquadrato nel battaglione Guardia di Barletta fino a giungere al 30 novembre del 1945, data del suo congedo e del liberatorio ritorno a casa •

F.SCO.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1