IL LUTTO

Il mondo delle bollicine piange Franco Ziliani, «il papà» del Franciacorta

di Claudio Andrizzi
Oggi il funerale a Paratico del celebre enologo morto la notte di Natale. Unanime il cordoglio: «La sua impronta resterà viva nel corso del tempo»
Franco Ziliani  è scomparso a 90 anni nella notte di Natale, è considerato il «papà» del Franciacorta. Sessanta anni fa le prime 3mila bottiglie
Franco Ziliani è scomparso a 90 anni nella notte di Natale, è considerato il «papà» del Franciacorta. Sessanta anni fa le prime 3mila bottiglie
Franco Ziliani  è scomparso a 90 anni nella notte di Natale, è considerato il «papà» del Franciacorta. Sessanta anni fa le prime 3mila bottiglie
Franco Ziliani è scomparso a 90 anni nella notte di Natale, è considerato il «papà» del Franciacorta. Sessanta anni fa le prime 3mila bottiglie

Ha destato vasto cordoglio la scomparsa del «papà del Franciacorta». Tanti i colleghi produttori, gli amici, le cariche istituzionali che hanno celebrato in queste ore il genio imprenditoriale di Franco Ziliani, scomparso nella notte di Natale all’età di 90 anni, ricordato anche dai titoli di apertura di principali telegiornali nazionali. Un uomo simbolo del «Rinascimento» enologico italiano del ’900, che insieme a Guido Berlucchi immaginò la Franciacorta come zona di bollicine «metodo classico» cambiando di fatto il destino di un territorio con le prime 3.000 bottiglie di Pinot di Franciacorta elaborate esattamente sessant’anni fa, nel 1961. «Ha visto qualcosa che non c’era e da grande capitano d’impresa ha saputo inseguire la sua intuizione senza farsi fermare dalle difficoltà – dice Silvano Brescianini, leader del Consorzio Franciacorta e direttore generale della Barone Pizzini -. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola