CHIUDI
CHIUDI

01.04.2020

Il virus svuota anche i battelli «Passeggeri in calo dell’85%»

La Navigazione lago d’Iseo ha varato un piano di sicurezza Code all’imbarcadero per Montisola: chissà quando si rivedranno
La Navigazione lago d’Iseo ha varato un piano di sicurezza Code all’imbarcadero per Montisola: chissà quando si rivedranno

Alessandro Romele Un calo drastico dei passeggeri. E considerando le misure restrittive per l’emergenza sanitaria, non poteva che essere così. Oltre a Trenord, che nei giorni scorsi ha parlato di un crollo del 90 per cento dei passeggeri sulla tratta Brescia-Iseo-Edolo, anche la Navigazione Lago d’Iseo in questi ultimi giorni ha dovuto adottare una serie di misure volte a contenere, nel proprio ambito, il diffondersi del contagio. È stata quindi scelta la sospensione dei servizi di linea previsti dal programma di esercizio, mantenendo però i collegamenti da Sale Marasino e Sulzano verso Montisola, ed estendendo anche il servizio a chiamata. «Inoltre - spiega Diego Invernici, che fa parte del consiglio di amministrazione della società - abbiamo congelato il passaggio agli orari primaverili, prolungando quelli invernali. Nel mese di marzo, a fronte proprio dei decreti governativi che hanno ridotto sensibilmente la circolazione delle persone, il trasporto delle nostre motonavi e dei nostri traghetti ha avuto una fortissima riduzione: un anno fa, nello stesso periodo, avevamo trasportato quasi 70mila persone sulle diverse tratte. Quest’anno siamo a poco più di 18mila totali. C’è un evidente calo, stimato intorno all’85 per cento». LA SITUAZIONE, se le restrizioni verranno prolungate, potrebbe non migliorare nemmeno nel mese di aprile: la società dovrà quindi programmare al meglio la stagione estiva, in vista - si spera - dell’afflusso turistico che da Pasqua in poi interesserà il lago d’Iseo. Per il momento Navigazione ha adottato uno speciale protocollo di autodisciplina, finalizzato alla tutela della salute dei passeggeri e dei dipendenti che quotidianamente lavorano a bordo dei mezzi della flotta. «UN PROTOCOLLO che tende a limitare i contatti fisici tra personale e passeggeri - prosegue Invernici - Abbiamo quindi optato per una riduzione degli orari della biglietteria di Sulzano, la più frequentata; inoltre abbiamo scelto di trasportare passeggeri fino al 25 per cento della capienza massima di ogni battello. In più abbiamo programmato una serie di sanificazioni dei mezzi e degli uffici. All’inizio, nel mezzo e alla fine del servizio operativo di ogni battello, il personale a bordo attiva anche una pratica di igienizzazione su tutto l’ambiente a bordo». Chiunque salga su un qualsiasi mezzo in forza a Navigazione Lago d’Iseo può quindi stare tranquillo e sentirsi al sicuro. Tutte le informazioni necessarie possono comunque essere reperite sul sito web della società o sulle pagine social, oltre che presso gli uffici di Costa Volpino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1