CHIUDI
CHIUDI

28.02.2019

Terme a Sassabanek ancora ferme al palo Rimandati gli scavi

Tutto rinviato a settembre. Un’altra volta. Il campeggio di Sassabanek riapre il 1° aprile e, dunque, non c’è più tempo per scavare il pozzo esplorativo che dirà se l’acqua calda scoperta nel sottosuolo è anche acqua termale. EPPURE erano finalmente maturate le condizioni per dare l’avvio alle trivelle: Cogeme ha comprato 3.155 azioni di Sassabanek a un prezzo lievemente superiore all’attuale costo di carico, che è di 13 euro, e ha ceduto alla Sassabanek il permesso di ricerca e l’autorizzazione alla perforazione a un prezzo corrispondente ai costi finora sostenuti, circa 110mila euro. Ci sono pure le risorse per finanziare la realizzazione del pozzo, stimate in 700 mila euro: saranno per metà a carico della Sassabanek, che ricorrerà a un prestito bancario, e per l’altra metà a carico della Cogeme. Ma anche stavolta, deliberato l’ingresso della Cogeme nel capitale sociale della Sassabanek, è mancato il tempo per bandire l’appalto dei lavori. Tra l’altro, l’ente che gestisce la riserva delle Torbiere sebine, sul cui confine si dovrebbe forare il pozzo, ha prescritto, a tutela della fauna acquatica, che l’intervento si faccia tra ottobre e febbraio. È dal 2013 che a Iseo si parla dell’acqua calda scoperta sotto Sassabanek. I pozzi da scavare, per la verità, sono due: il primo si fermerà a 30 metri e consentirà un grosso risparmio sui consumi idrici di Sassabanek, al presente garantiti da Acque Bresciane per un importo di 180 mila euro l’anno; il secondo pozzo scenderà sino a 1200 metri. LE INDAGINI geotermiche fatte eseguire da Cogeme hanno infatti certificato che l’acqua sotto Sassabanek ha una temperatura di 38 gradi a 800 metri di profondità e di circa 48-50 gradi a 1200 metri. Tuttavia, per conoscere con certezza la portata della falda e le caratteristiche dell’acqua si deve bucare il terreno. Quale che sia l’esito della trivellazione, l’acqua calda che zampillerà in superficie consentirà comunque di destagionalizzare l’utilizzo degli impianti di Sassabanek, mettendone al sicuro i bilanci per sempre. •

G.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1