CHIUDI
CHIUDI

12.09.2020

L’età della stupidera e quella degli stupidoni

Tutti minorenni, si ritrovavano ogni notte in 20 a fare baccàno, ma diciamo pure a fare casino, ai giardinetti di Coccaglio: grida, schiamazzi, risate e musica, ma che musica maestro! Passa una notte, ne passano altre, il disturbo è costante e la gente si stufa. Avvisate le forze dell’ordine, scatta il blitz e li beccano in flagranza di schiamazzo: sanzione collettiva pari a 5.600 euro (cinquemilaseicento). Minori di anni 18, per loro pagheranno i papà, le mamme, forse le nonne o magari un crowd funding. Ma anche loro, adolescenti e non paganti, si ricorderanno la lezione quando gli sarà passata l’età della stupidera, da grandi, e penseranno con un sorriso: che stupidi eravamo, da minorenni. Ma i maggiorenni? La notte dopo, a Coccaglio, ne hanno beccati due di maggiorenni: stavano schioppando fuochi pirotecnici negli stessi giardini. Perché c’è un rischio: che l’età della stupidera non passi mai.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1