CHIUDI
CHIUDI

15.09.2020 Tags: Chiari

La sede dell’Arma?
C’è un tutti
contro tutti

L’attuale sede della Compagnia carabinieri di Chiari
L’attuale sede della Compagnia carabinieri di Chiari

«La sede della Compagnia carabinieri di Chiari? La vogliamo noi». Non ha usato giri di parole il sindaco di Rovato, Tiziano Belotti, durante il dibattito di sabato al Foro Boario. La sua proposta non è piaciuta ai leghisti clarensi, compagni di partito ma tutt’altro che propensi a ipotizzare una perdita del genere. Chiari ha infatti dovuto già fare i conti con la partenza della guardia medica nel 2018 e con quella - ancora teorica - della guardia di finanza decisa oltre 10 anni fa. In realtà la tenenza delle fiamme gialle è ancora a Chiari in attesa di trasferirsi nella rovatese via Poffe, dove era stata realizzata un’operazione immobiliare che ha fatto acqua e che dovrebbe chiudersi solo nei prossimi mesi. «QUELLA della finanza è stata un’operazione del centrosinistra - ha ricordato Belotti - e noi ci abbiamo dovuto mettere più di una pezza per tenerla in piedi. Adesso è in dirittura d’arrivo ma pretendiamo che Rovato sia capoluogo della sicurezza anche con l’arrivo dei carabinieri». Il motivo? «Non c’è di sicuro la volontà di fare un torto a Chiari, ma una necessità oggettiva: la nostra città è molto più colpita dal crimine, complice il passaggio di due autostrade e la presenza di una stazione ferroviaria». Il sindaco clarense Massimo Vizzardi ha optato per un «no comment», mentre la minoranza ha fatto quadrato intorno alla caserma di via Rota comunque già al centro di un progetto di spostamento. Roberto Campodonico, consigliere di minoranza in quota Lega: «Io credo che siano difficilmente raggiungibili gli obiettivi del sindaco Belotti, perché creerebbe uno squilibrio non comprensibile. Anche noi abbiamo una stazione ferroviaria e la Brebemi che ha il principale casello bresciano sul nostro territorio. E poi la tangenziale autostradale verso la A4. Voglio poi dire che è bene non legare l’emergenza criminalità alle sole infrastrutture viarie». INTANTO, giorni fa il vicesindaco Maurizio Libretti ha confermato la volontà di mettere mano alla nuova caserma della Compagnia lavorando sulle ceneri dell’attuale sede dell’Agenzia delle entrate, che sarebbe spostata in piazza Rocca, nell’ex Istituto Einaudi. •

Massimiliano Magli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1