La «supercar» semina il panico durante la fuga

Folle fuga stile «guardie e ladri» a Capriolo in mattinata nelle strade del paese. Un inseguimento finito a Grumello nel tentativo di fermare una Maserati Ghibli lanciata a tutta velocità. Tutto è cominciato quando una pattuglia dei carabinieri del radiomobile di Chiari che si trovava sulla provinciale ha scorto la Maserati accelerare all’improvviso. Insospettiti, i militari si sono messi all’inseguimento segnalando al fuggitivo di accostare, ma inutilmente. Nel frattempo, anche una pattuglia della Polizia locale si è unità all’inseguimento. Tra le vie di Capriolo la supercar ha avuto la meglio. La potenza dell’auto ha letteralmente saltato dossi e marciapiedi riuscendo a tenere a distanza gli inseguitori. Arrivati nel Comune di Castelli Calepio, gli agenti della locale si sono fermati sul confine con Capriolo a sorvegliare il ponte per un eventuale ritorno del fuggitivo mentre ai carabinieri sono giunti i rinforzi arrivati dal comando di Grumello. Ma l’auto è scomparsa nel territorio di Grumello, i carabinieri non sono più riusciti ad agganciarla, nessuna traccia o indicazione utile a scoprire dove si fosse eclissata. Le indagini sul fuggitivo sono state affidate al comando di compagnia dei carabinieri di Chiari. Sono molte le piste che i militari stanno percorrendo nelle ultime ore, come del resto al vaglio ci sono anche le tante immagini riprese dalle videocamere di sicurezza che forniranno di sicuro elementi utili a risalire al conducente della Maserati, a cominciare dal numero della targa. •

Simona Duci