CHIUDI
CHIUDI

20.09.2019

Muore travolto
da una tonnellata
di zucchero

Il piazzale dell’azienda dove si è verificato l’infortunio sul lavoro
Il piazzale dell’azienda dove si è verificato l’infortunio sul lavoro

Un operaio di 36 anni è rimasto schiacciato da una tonnellata di zucchero durante il lavoro in stabilimento, ieri nel pomeriggio in un’azienda di Paratico. Ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo è deceduto ieri nella tarda serata. La vittima è un operaio di 36 anni, Mattia Parmini, padre di due bambini e residente a Foresto Sparso. Travolto dal peso immane di mille chili durante la movimentazione della merce in magazzino, ha riportato lesioni gravissime che gli sono costate la vita.


È L'ENNESIMO incidente sul lavoro da aggiungere alla lista, che vede nella provincia di Brescia una frequenza impressionante: 48 infortuni al giorno, uno ogni mezz’ora. Questa volta la vittima è un operaio bergamasco che lavora da anni alla «Bellini distillati Srl» di Paratico, in via Foppe, in zona Fosio. Lo spaventoso incidente è accaduto intorno alle 14, quando la chiamata di soccorso è partita celermente dalla distilleria. Sul posto si sono precipitati i Vigili del fuoco di Palazzolo, i carabinieri della stazione di Capriolo, i tecnici dell’Ats incaricati delle verifiche sulle condizioni di sicurezza del luogo di lavoro e i volontari di Sarnico con l’ambulanza e l’automedica, ai quali si è aggiunta poco dopo anche una squadra dei Vigili del fuoco di Brescia attrezzata con l’auto gru. La dinamica e le cause del grave incidente sono ancora in fase di accertamento. Tecnicamente, per i soccorritori, si tratta di «schiacciamento». Ma come è successo? In base a una prima ricostruzione dei fatti, al momento ancora in attesa di conferme, si è verificata una caduta accidentale di un pesantissimo pallet proprio addosso all’operaio.


È SUCCESSO durante la movimentazione di alcuni dei voluminosi e pesantissimi sacchi di zucchero, utilizzati per la produzione degli alcolici. Ogni sacco contiene 1.000 chilogrammi di prodotto, un peso immane: da uno di questi sacchi l'operaio è stato travolto e gravemente ferito. L'ambulanza lo ha trasportato celermente all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, ma purtroppo dopo poche ore è sopraggiunto il decesso a causa delle gravi lesioni riportate.

Simona Duci
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1