Palazzetto con l’intoppo, ma è quasi pronto

Lo «scheletro» del Palazzetto: sarà pronto a fine primavera
Lo «scheletro» del Palazzetto: sarà pronto a fine primavera

Sarà completato per la fine della primavera il palazzetto dello sport dell’Itis Marzoli di Palazzolo, realizzato all’interno del parco Life, di fronte al centro scolastico polivalente di Palazzolo, con un finanziamento di 360mila euro. C’È STATO UN INTOPPO, però, che ha impedito di inaugurare il palazzetto ancora prima: un errore tecnico di una delle ditte fornitrici, per cui uno dei manufatti strutturali è stato costruito in modo errato. Errore segnalato, si è posto rimedio e fissato nuovamente la data di ultimazione, ritardata però anche dalla positività al Covid di alcuni operai addetti. L’Amministrazione comunale guidata da Gabriele Zanni, sottoscrivendo un accordo con la Provincia (ente competente per le scuole superiori) per consentirne l’uso oltre l’orario di lezione, ha messo a disposizione l’area di fronte al polo scolastico permettendo la costruzione, di cui da alcune settimane è visibile la struttura lignea che reggerà la copertura. Il nuovo palazzetto completa la dotazione del polivalente che dispone di una palestra e del palazzetto di via Levadello, insufficienti per le necessità di Itis Marzoli, Liceo Galilei e Iis Falcone, che accolgono oltre 3mila studenti di Palazzolo e dintorni. L’accordo tra Comune e Provincia, approvato nei rispettivi consigli, ha velocizzato i passaggi burocratici consentendo l’avvio dei lavori per la preparazione dell’area. Realizzato il fondo e il montaggio della struttura, i lavori si sono interrotti dopo un controllo dei tecnici della Provincia. «La realizzazione della struttura - ha spiegato Filippo Ferrari, il consigliere delegato all’edilizia scolastica - ha avuto ritardi dovuti a vari fattori, tra cui un errore della ditta nell’installazione della struttura. La ditta cui sono stati affidati i lavori di completamento del palazzetto, per circa 70 mila euro, dopo la segnalazione è intervenuta affrontando le criticità segnalate dai nostri tecnici. All’errore nel montaggio - ha aggiunto Ferrari - purtroppo si è aggiunto il fatto che alcuni operai sono risultati positivi al Covid, rallentando i lavori. La ditta che deve realizzare pavimentazione, copertura e attrezzature sportive prevede la consegna dell’immobile per la primavera inoltrata». Il sindaco Gabriele Zanni ha commentato: «Auspichiamo che la nuova struttura sia completata quanto prima nonostante l’anno appena passato non abbia agevolato i lavori. Passata la pandemia, questo nuovo spazio sarò fondamentale per l’Istituto Marzoli e per le società sportive della nostra città». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giancarlo Chiari