CHIUDI
CHIUDI

31.05.2019

«Alla Filanda
una cittadella
della droga»

L’ex Mulino Betti, altra area tenuta d’occhio sul fronte dello spaccio
L’ex Mulino Betti, altra area tenuta d’occhio sul fronte dello spaccio

Dicono che è una «cittadella dello spaccio», e per questo mercoledì sera un gruppo di cittadini di Palazzolo ha accolto l’invito della sezione della Lega, sfilando per le vie della zona della «Filanda»: via Einaudi, via Matteotti e via Serioletto. C’erano attivisti del Carroccio, ma anche residenti dei condomini realizzati con il recupero della ex filanda Guzzi. «Abbiamo deciso di sfilare nelle vie attorno ai condomini ex Filanda - ha spiegato Stefano Raccagni, capogruppo della Lega in Consiglio comunale - per contestare il degrado provocato dalla presenza di spacciatori. Le numerose segnalazioni dei residenti chiedendo che l’amministrazione comunale li ascolti».

 

RICORDA LA LEGA: «Sono anni che gli abitanti segnalano il degrado di quest’area del quartiere Sacro Cuore, dove si incontrano piazzole di spaccio, con sconosciuti che bivaccano e sporcano creando disagio a residenti e operatori commerciali. La passeggiata per le vie ha fatto vedere la situazione per quello che è». Numerosi residenti, coordinati dall’amministratore condominiale, stanno raccogliendo firme su una lettera al prefetto analoga a quella della Lega: «Allegata c’è la documentazione fotografica di quanto denunciamo - incalza Raccagni - senza che l’amministrazione locale intervenga in modo adeguato». In realtà le forze dell’ordine tengono d’occhio la zona e, recentemente, sono intervenuti in forze alla Filanda, con le unità cinofile in cerca di droga e spacciatori: è accaduto il 4 dicembre, quando carabinieri e Polizia locale, con tre cani, trovarono 78 grammi di cocaina in un grande «blitz» che coinvolse anche l’ex Mulino Betti.

 

ALL’INIZIATIVA della Lega ha prontamente risposto il sindaco Gabriele Zanni: «Condivido la frustrazione dei residenti per una situazione critica. Da tempo abbiamo messo in campo diverse iniziative di contrasto al degrado e alla criminalità - ha ricordato Zanni - con la Polizia locale e le altre forze dell’ordine. Speriamo possano portare a breve ai risultati che tutti attendiamo. Dispiace solo - conclude il sindaco - che ci sia chi strumentalizza con iniziative estemporanee, che fra l’altro rischiano di compromettere il lavoro investigativo delle forze dell’ordine».

Giancarlo Chiari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1