CHIUDI
CHIUDI

09.05.2019

Imprese, la piccola «Manchester» conserva il primato

Una metamorfosi quella che ha trasformato Palazzolo e i comuni limitrofi nel tempo: dalla seta ai bottoni, dal cemento e dal cotone, alla meccanica e all’innovazione. Sono i 15 Comuni compresi nel bacino dell’Oglio bresciano, dove da Rovato a Rudiano, passando da Palazzolo a Urago, si contano ancora 11mila imprese, di cui oltre 3mila artigiane (il 30,1%), senza dimenticare i vicini di casa bergamaschi presi in considerazione (Castelli Calepio, Grumello del Monte, Telgate e Palosco) si arriva a 13mila realtà imprenditoriali, di cui 4.268 artigiane. Proprio Palazzolo, definita in passato «la piccola Manchester bresciana», detiene ancora il primo posto per numero di imprese: 545, seguita da Chiari con 494 e Rovato con 486 e un peso dell’artigianato ancora sopra alla media provinciale. È quanto emerso dall’incontro per i 70 anni di Confartigianato a Palazzolo, realizzato con il patrocinio del Comune e dal titolo «Dalla piccola Manchester bresciana al polo della meccanica e dell’innovazione». Un’occasione particolare, come ha ricordato in apertura dell’incontro il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti, per ricordare la recente morte del presidente di mandamento locale di Confartigianato Giuseppe Vezzoli. L’incontro, moderato da Carlo Piccinato, segretario generale Confartigianato Imprese Brescia ha visto al termine della serata la premiazione di artigiani e imprenditori, alla memoria e alla fedeltà all’organizzazione. Tra loro, alla fedeltà: Rocco Bartolo, Vittorio Benedetti, Fulvio Patelli, Franco Pedrali, Silvano Raccagni, Luigi Gianbellini, Roberto Manenti, Augusto Ministrini, Mario Cominardi, Gabrielle Almici, Emilio Bellotti, Bruno Lancini, Fausto Loda e Severino Cav. Valloncini. Alla memoria: Luciano Angoli, Giovanni Cav. Farinelli, Felice Raccagni, Angelo Bocchi, Enrico Bocchi, Gian Lorenzo Cav. Caravaggi, Gianbattista Schivardi, Carlo Manini e Luigi Marini. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1